rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Attualità Niguarda / Piazza dell'Ospedale Maggiore

A Milano il primo trapianto con un cuore "finto"

Sarà eseguito al Niguarda: "Il cuore artificiale funziona come uno normale"

Un cuore finto, ma praticamente vero. Il Niguarda cardio center di Milano si prepara all'impianto del primo cuore artificiale che sostituisce sia il ventricolo destro che quello sinistro in maniera fisiologica. L'annuncio dell'intervento da record è stato dato al 56esimo convegno nazionale di cardiologia, promosso dalla fondazione De Gasperis, che si è aperto lunedì al "Nh centro congressi" di Milanofiori.

Il cuore artificiale - ribattezzato Carmat, un device di produzione francese - permette di intervenire anche quando la compromissione della sezione destra del cuore impedisce l'impianto di sistemi di supporto meccanico al circolo di tipo sinistro. 

"Molti pensano che il cuore meccanico sia meno valido di quello umano, ma temporeggiare in una condizione di scompenso cardiaco cronico comporta il rischio di compromissione degli altri organi che, nelle forme più gravi può rendere il paziente non più trapiantabile", ha sottolineato il primario di cardiochirurgia, Claudio Russo, evidenziando come in alcune occasioni l'operazione col cuore artificiale sia l'unica soluzione e per di più necessaria. 

Lo strumento "si comporta come un cuore vero. Registra le aumentate richieste di pompa, le modificazioni della pressione arteriosa e del volume circolante, adattandosi alle nuove condizioni esattamente - ha concluso il dottor Russo - come un cuore normale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Milano il primo trapianto con un cuore "finto"

MilanoToday è in caricamento