rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

Il maxi trasloco dei due ospedali di Milano a Mind

Galeazzi e San'Ambrogio restano 'in sospeso' per il trasferimento nell'ex area Expo

Macchine, letti e arredi in viaggio. Scatoloni pieni e pronti a raggiungere il nuovo ospedale di Milano a Mind, l'ex area dell'Expo 2015. A trasferirsi sono il Galeazzi, specializzato in ortopedia, e il Sant’Ambrogio, con un focus in campo cardiovascolare.

Per consentire il trasferimento senza intoppi, la tabella di marcia, partita nei giorni scorsi, è particolarmente serrata. A mezzanotte del 16 agosto hanno chiuso i due pronto soccorso dell’Irccs istituto ortopedico Galeazzi di via Riccardo Galeazzi 4 e dell’istituto clinico Sant’Ambrogio di via Luigi Giuseppe Faravelli 16. Nell'attesa che riaprono a Mind, in via Cristina di Belgioso 173, le persone in arrivo nei due pronto soccorso vengono diretti negli ospedali più vicini, ovvero il Niguarda per il Galeazzi e il San Carlo il Sacco e l'Auxologico per il Sant'Ambrogio. Restano i pazienti ricoverati nei due nosocomi, di cui alcuni verranno dimessi nei prossimi giorni, mentre quelli che devono rimanere ospedalizzati verranno trasferiti nella nuova struttura.

Secondo i programmi, il nuovo ospedale a Mind potrà accogliere i primi pazienti già a partire da lunedì 22 agosto; mentre dal 29 dovrebbero prendere il via gli interventi e le attività dei laboratori. Dai primi di settembre, poi, la struttura dovrebbe riuscire a lavorare a ritmo sostenuto, con 1.200 impiegati e un totale di 600 posti letto. Oltre a strumentazione e mobilia, infatti, ad essere trasferiti da Galeazzi e Sant'Ambrogio sono stati anche medici, infermieri e operatori sanitari. Quello che aprirà a Mind, con i suoi 16 piani che affacciano direttamente sul Decumano, sarà l'ospedale più alto d'Europa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maxi trasloco dei due ospedali di Milano a Mind

MilanoToday è in caricamento