Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità

"Lucravano sui migranti": in dieci condannati fino a 11 anni

La donna che "gestiva il sistema", una vera e propria maxi truffa, ha subito la condanna più pesante

Una maxi truffa sulla pelle dei migranti. È quanto al centro del processo che ha portato dieci persone ad essere condannate fino a 11 anni di carcere dopo la sentenza della quarta sezione del Tribunale di Milano.

Associazione per delinquere, truffa allo Stato, autoriciclaggio. Queste le accuse nell'indagine del pm Gianluca Prisco e per le quali sono state inflitte 9 condanne a pene dai 6 mesi agli 8 anni, e una condanna a 11 anni. Ad essere confiscati, inoltre, sono stati quasi 9 milioni di euro.

A subire la condanna più pesante D.G., arrestata il 2 luglio 2019 perché accusata di aver gestito "di fatto" un presunto "sistema" basato su quattro onlus che avrebbero falsificato documenti per ottenere la gestione dell'accoglienza di centinaia di migranti, a cui veniva dato poco o nulla. Quello che interessava, infatti, secondo l'accusa, era solo "lucrare" sull'emergenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lucravano sui migranti": in dieci condannati fino a 11 anni

MilanoToday è in caricamento