Milano, esplosione di verde in centro: nelle aiuole compaiono graminacee e ulivi secolari

Partiti i lavori tra largo La Foppa, corso Como e corso Garibaldi. Ecco il progetto

Foto comune Milano

Pulite, ben tenute, conservate con cura, si spera. E decisamente colorate. Da venerdì un'onda verde sta travolgendo il centro di Milano, con corso Como, corso Garibaldi e largo La Foppa che si stanno rifacendo il look puntando tutto sulla natura. 

In mattinata, infatti, sono iniziati i lavori per la riqualificazione delle aree verdi che si trovano in zona che saranno sponsorizzati da FinecoBank nell’ambito del progetto “Cura e adotta il verde pubblico” del comune di Milano. 

"L’obiettivo della sponsorizzazione è quello di contribuire alla conservazione delle aree verdi esistenti e al miglioramento di quelle più danneggiate. Partendo da corso Como e fino a corso Garibaldi, si sta procedendo con un intervento di manutenzione, pulizia e riqualificazione di tutte le aiuole", ha fatto sapere palazzo Marino. E così qui e lì sono già comparsi i primi ulivi secolari e le prime graminacce, "ospiti" decisamente poco abituali da queste parti. 

Come sarà il progetto finale

"In particolare, i lavori prevedono l’inserimento di graminacee ornamentali e ulivi secolari, apprezzati per la loro bellezza e noti per la loro adattabilità e resistenza agli ambienti più diversi e alle avversità climatiche, per un totale di 516 piante", aveva spiegato il comune la scorsa settimana annunciando l'intervento.

"In dettaglio, partendo da corso Como e fino a corso Garibaldi, si procederà con un intervento di manutenzione, pulizia e riqualificazione di tutte le aiuole. Lungo le zone verdi di Largo La Foppa, in corrispondenza di piazza Vergani e via della Moscova, si prevedono la rimozione della piccola cinta esistente e di bassi arbusti e la piantumazione di nuove specie vegetali. L’intervento avrà la durata di circa un mese", avevano chiarito da palzzo Marino.

“Ringraziamo Fineco per aver scelto di investire nella rigenerazione del verde in città – era stato il commento dell’assessore all’urbanistica, verde e agricoltura, Pierfrancesco Maran –. La collaborazione tra pubblico e privato è una delle chiavi dello sviluppo di Milano, ed è bello vedere che anche in questo momento di difficoltà per tutti non vengano meno la sensibilità ambientale e la voglia di collaborare per una città più bella e sostenibile”.

“Prendere parte a questa iniziativa rappresenta un passo molto importante per Fineco. Il tema della sostenibilità è infatti uno dei pilastri portanti della nostra strategia di crescita, e in particolare sul tema ambientale il nostro impegno è e sarà sempre più forte. Siamo quindi lieti di intraprendere un nuovo percorso di collaborazione con il Comune di Milano e di poter dare il nostro contributo concreto alla riqualificazione di alcune aree verdi della città", il commento di Paolo Di Grazia, vice direttore generale e responsabile global business di Fineco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento