Spray per i bimbi e dosi per gli adulti: "Già pronti 2,4 milioni di vaccini in Lombardia"

L'assessore Gallera: "Via ai vaccini antinfluenzali a ottobre. Inutili allarmismi"

"La campagna per le vaccinazioni antinfluenzali prenderà il via il prossimo mese di ottobre, come già comunicato in precedenza, in linea con le disposizioni del Ministero della Salute". A certificarlo, a metterlo nero su bianco, è l'assessore al welfare regionale, Giulio Gallera, che martedì sera ha così voluto rispondere ufficialmente alle polemiche degli ultimi giorni sulla presunta mancanza di vaccini, quanto mai fondamentali quest'anno dopo l'epidemia di covid-19. 

Il caso era esploso a fine luglio - con strascichi continui -, quando il Partito Democratico aveva denunciato ritardi nell'acquisto delle dosi. "Aria - la centrale acquisti del Pirellone - non ha una struttura in grado di reggere il lavoro che la giunta aveva deciso di affidarle", era stato l'affondo del capogruppo Fabio Pizzul, "ed è l'anello debole dell'intera catena regionale". A sentire Gallera, però, la situazione è ben diversa. 

Vaccini in Lombardia, "nessun allarme"

"Ad oggi abbiamo già acquistato 2,4 milioni di vaccini, l'80% in più dello scorso anno. Gli inutili e irresponsabili allarmismi generano solo confusione", ha garantito il titolare del welfare in una nota. "Daremo la precedenza ai soggetti più fragili, agli over 65, alle categorie più a rischio, ai medici, infermieri, operatori sanitari e socio sanitari, e ai bambini fino ai 6 anni offrendo loro gratuitamente i migliori prodotti acquisiti sul mercato mondiale e disponibili per l'avvio della campagna".

"In particolare - ha sottolineato Gallera - per i bambini fino ai 6 anni avremo un nuovissimo vaccino spray che in altre parti del mondo viene utilizzato con ottimi risultati. Per gli over 65 sono stati acquistati, fra gli altri, 800.000 vaccini tetravalenti e per i cittadini over 65 più fragili oltre 150.000 dosi di una tipologia di vaccino ad alta protezione".

"La campagna vaccinale sarà condotta nei tempi stabiliti dal Ministero della Salute in modo da garantire una copertura adeguata alla popolazione fino al successivo mese di marzo, considerando che il picco influenzale è previsto dopo la metà di gennaio. La distribuzione ai medici e ai pediatri di famiglia - ha concluso l'assessore - avverrà anche quest'anno attraverso la rete delle farmacie lombarde".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento