menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Croce celtica e vetro distrutto: vandalizzata l'ambulanza della Brigata sanitaria

Si tratta del mezzo usato dai volontari per raggiungere i vari quartieri della città

E' stata vandalizzata l'ambulanza utilizzata dall'unità mobile della Brigata sanitaria per effettuare i giri nei quartieri di Milano e portare assistenza medica a chi ne ha bisogno. Si tratterebbe di un attacco di matrice neofascista: il vetro posteriore è stato completamente distrutto ed è stata lasciata la "firma" della croce celtica sulla carrozzeria.

Non è la prima volta che la Brigata sanitaria subisce un qualche atto di vandalismo: il 9 gennaio 2021 i tendoni in Porta Volta che accolgono i cittadini per l'iniziativa del tampone Covid gratuito, lanciato a dicembre dalla Brigata, erano stati recisi conun coltello. La Brigata sanitaria è stata organizzata da Arci e Medicina solidale a dicembre 2020 e, tra le altre cose, ha lanciato l'iniziativa del tampone sospeso, con cui chiunque può versare un contributo e permettere di effettuare il tampone Covid a chi non può pagarlo privatamente.

Sabato 27 marzo, il sindaco di Milano Beppe Sala aveva fatto visita al tendone della Brigata sanitaria, allestito quel giorno all'estero del carcere minorile Beccaria in zona Bisceglie, sottoponendosi al tampone e poi rendendo pubblica la visita sui social network, scatenando molte polemiche da parte delle opposizioni di centrodestra: sotto accusa, il sindaco, soprattutto perché la Brigata occupa abusivamente un ex casello daziario in Porta Volta.

Tornando al vandalismo contro l'ambulanza, pronta la risposta degli attivisti di Medicina Solidale: "La Brigata è pronta a raggiungere, come sempre, chi più ne ha bisogno. È arrivato il momento delle cose da fare e di decidere da che parte stare: con gli ultimi, con la sanità pubblica, con la sanità popolare, o nei non luoghi dell'indifferenza o dell'ostilità. Su questo la Storia ci giudicherà". E continua la raccolta fondi attraverso "Produzioni dal basso" per sostenere l'attività della Brigata in tempo di Covid: finora sono stati raccolti 19.500 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento