rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
i berlusconi

Le ville di Berlusconi potrebbero essere vendute: un patrimonio da 800 milioni di euro

I figli stanno valutando quali dei beni immobiliari ereditati saranno messe sul mercato. Molto probabili le ipotesi di vendita di Villa Gernetto e Costa Turchese

A quasi 7 mesi dalla morte di Silvio Berlusconi, gli eredi cominciano a discutere sul futuro delle innumerevoli ville acquistate dal fondatore di Forza Italia. Si stima che il valore complessivo dei beni immobiliari della famiglia sia intorno ai 700-800 milioni di euro, cifra che, secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, i figli del Cavaliere starebbero pensando di monetizzare per intero mettendo tutto patrimonio sul mercato. 

L’operazione, però, sarebbe molto complessa. La maggior parte delle ville, infatti, fa parte della società Dolcedrago e delle sue estensioni come Immobiliare Idra. Sembrerebbe che non sarà a rischio Villa San Martino ad Arcore, mentre sono in “se” anche Villa Belvedere a Macherio dove per tanto tempo visse Veronica Lario. Anche Villa Certosa a Porto Rotondo potrebbe essere messa in vendita e garantirebbe un ulteriore gruzzolo ai Berlusconi: parliamo di circa 300 milioni di euro. Infine, Villa Grande a Roma.

Tante altre le proprietà, anche sotto il cappello di Fininvest, tra la Brianza, la Sicilia. Tra queste, molto concreta è la vendita di Villa Gernetto a Lesmo e i terreni a Costa Turchese (Olbia). E, poi, la famosissima villa ad Antigua e per non parlare di quella a Cannes. Senza dimenticare le “piccole proprietà” in tutta Milano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ville di Berlusconi potrebbero essere vendute: un patrimonio da 800 milioni di euro

MilanoToday è in caricamento