rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità Isola / Via Carlo Farini

La nuova maxi Ztl di Milano che fa arrabbiare i commercianti

La lettera di Confcommercio contro la nuova Ztl all'Isola

Negozianti vs comune. Motivo del contendere la zona a traffico limitato nel quartiere Isola annunciata da palazzo Marino lo scorso anno e prossima alla partenza. Stando alle previsioni iniziali dell'amministrazione, dovevano essere bandite ad auto e moto via Guglielmo Pepe, via Carlo Farini, via Stelvio, viale Zara, via Pola, via Ippolito Rosellini, via Filippo Sassetti, via Gaetano de Castillia e il cavalcavia Bussa dalle 20 alle 6. Alla fine, dopo un lavoro di mediazione del municipio 9, dal provvedimento dovrebbero essere escluse le strade tra Farini, Stelvio e Valtellina e la Ztl dovrebbe entrare in funzione ogni giorno dalle 22. 

Le modifiche, però, sembrano non soddisfare comunque Confcommercio Milano ed Epam, l'associazione dei pubblici esercizi, che accusano lo stesso municipio di essere "sordo" alle richieste di "modifiche sostanziali" di quella che viene definita la "mega Ztl Isola". "Cresce fortemente la preoccupazione per l’accanimento del municipio 9 nel voler proseguire ostinatamente ad attuare una Ztl Isola ignorando l'orientamento espresso dagli operatori commerciali del quartiere. Un metodo, quello fin qui seguito per la Ztl Isola, che costituisce un precedente pericoloso di governo della città e dei suoi quartieri", il j'accuse delle associazioni, affidato a una nota.  

“Eppure la recente raccolta firme che hanno compiuto gli imprenditori dell’Isola - ha ricordato Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano - non lascerebbe spazio a interpretazioni: 113 adesioni, per oltre il 76% si tratta di pubblici esercizi, che non vogliono una Ztl così grande e impattante. Ztl che distruggerebbe le attività del quartiere dopo due anni di grandi difficoltà per l’emergenza covid e la nuova emergenza economica di questo periodo. Ma il municipio sembra avere i paraocchi”.

Dalla totale assenza di confronto dello scorso anno “con il distretto del commercio - ha proseguito il numero della Confcommercio meneghina - completamente ignorato", si è ora passati, con il municipio 9 "a un confronto sterile e inconcludente". "Il municipio vuole confermare la Ztl Isola nelle sue dimensioni con eventuale stralcio del Ponte Bussa e di via Confalonieri e un trascurabile spostamento dell’orario d’avvio della zona a traffico limitato dalle 19 alle 19.30", ha chiarito Barbieri.

Già a metà febbraio il presidente di Epam, Lino Stoppani, in una lettera alla presidente del municipio 9 Anita Pirovano e all’assessore commercio di prossimità Mirko Mazzali aveva chiaramente espresso “le nostre perplessità sul merito e sul metodo dell’istituzione della Ztl Isola, a partire dal fatto che l’ampiezza dell’area interessata dal provvedimento risulterebbe talmente vasta da creare distorsive dinamiche di quartiere. L’Isola rischia di diventare, ben oltre il gioco di parole, un’isola. Auspichiamo - ha concluso il presidente di Confcommercio Milano - che da parte del municipio 9 non vi siano ulteriori fughe in avanti e che si apra finalmente un confronto utile".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova maxi Ztl di Milano che fa arrabbiare i commercianti

MilanoToday è in caricamento