Basket: pronto riscatto per la Itc Sangiorgese che espugna Spilimbergo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

I Draghi hanno infiammato il Palazzetto dello Soprt della Favorita di Spilmbergo rialzando prontamente la testa dopo lo stop in casa di domenica scorsa. La squadra di coach Albanesi trova un meritatissimo successo in terra friulana, dopo aver condotto per tutta la gara.

Punteggio finale VIS Spilimbergo - LTC Sangiorgese 68-92 (11-21; 19:20; 14-24; 24:27).

I blu arancio facendo tesoro degli errori fatti contro Lecco, hanno avuto un approccio alla partita decisamente diverso. Albanesi che chiedeva equilibrio, attenzione difensiva e cattiveria in attacco non è stato deluso dalla prova dei suoi ragazzi. La Sangiorgese limitando il miglior terminale offensivo Magini (6 pt.) e trovando alti percentuali realizzative in attacco è riuscita a partire subito forte e trascinata dalla coppia Benzoni e Zanelli ha chiuso il primo quarto con 10 punti di vantaggio. In difesa hanno lavorato bene Pruli e Saini arginando gli attacchi avversari. I Draghi in assoluta gestione della partita sono andati al riposo sul 41 a 30. Nel terzo quarto il copione non è cambiato e i blu arancio con grande determinazione hanno trovato al 25' un break di 10 punti chiudendo la frazione di gioco sul +21. Nell'ultimo quarto la squadra non si è scomposta, sempre attenta e pronta a lottare su tutti i palloni. Cambiano le rotazioni si alternano tutti in campo e al suono della sirena il campo ha legittimato il successo con pieno merito. Vittoria importantissima che rilancia la squadra di coach Albanesi ridando morale e convinzione ad un gruppo che potrà lavorare con più convinzione nei propri mezzi in vista del prossimo match casalingo con Rimini.

VIS Spilimbergo: Passudetti 2, D'Andrea 2, Magini 6, Bagnarol 19, Bei 22, Gaspardo 19.

LTC Sangiorgese: Vignati 2, Tommasini 13, Benzoni 16, Nasini 13, Zanelli 14, Marusic 4, Saini 8, Priuli 13, Bertoglio 9.

Massimiliano Lini

Torna su
MilanoToday è in caricamento