Capelli grassi, tutti i rimedi per curarli

Dallo shampoo al balsamo, tutti i consigli per avere una chioma sana e fluente

Sei sempre in lotta con i tuoi capelli grassi? Scopri in questo articolo tutti i rimedi nturali per avere una chioma sana, forte e luminosa.

Capelli misti: come riconoscerli

I capelli misti sono generalmente capelli lunghi o di media lunghezza con cute grassa e punte secche. In particolare, nei capelli misti il cuoio capelluto e le radici sono solitamente caratterizzati da un'eccessiva produzione di sebo: le radici appaiono untuose, pesanti e appiattite e si sporcano velocemente. Inoltre, si può avvertire prurito localizzato e notare la comparsa di forfora.
Al contrario, le lunghezze e le punte appaiono secche, disidratate e spente, con fusti fragili, comparsa di doppie punte e/o capelli spezzati.

Le cause dei capelli misti

I capelli misti sono solitamente dovuti da fattori ormonali e/o genetici e dall'utilizzo di prodotti e trattamenti aggressivi.  
L'eccesso di untuosità e imperfezioni a livello del cuoio capelluto, infatti, è causato da una iperproduzione di sebo, una sostanza grassa che rappresenta la componente principale del film idrolipidico, che protegge la cute e i capelli dalle aggressioni; a sua volta, questa eccessiva produzione di sebo può essere dovuta da squilibri ormonali e/o fattori genetici.

Invece, lunghezze e punte secche sono solitamente causate dall'utilizzo di prodotti e trattamenti aggressivi, come lavaggi frequenti con shampoo eccessivamente sgrassanti, o l'uso frequente di strumenti di styling come phon e piastre liscianti, calore eccessivo, tinte, decolorazioni e permanenti, che possono seccare e danneggiare i capelli.

I rimedi per trattare i capelli misti 

Per trattare i capelli misti e ottenere una chioma sana e luminosa, è importante utilizzare i prodotti giusti e assumere alcune abitudini nella nostra hair care routine quotidiana. 

Innanzitutto, utilizza shampoo riequilibranti, che permettono di contrastare il problema delle radici grasse idratando e proteggendo le lunghezze dei capelli. Questi shampoo, infatti, contengono ingredienti dermopurificanti, astringenti e sebo-normalizzanti che contribuiscono a regolare la produzione di sebo e che puliscono accuratamente cute e capelli senza danneggiare il film idrolipidico, e sono arricchiti da agenti idratanti ed emollienti che aiutano a riparare i capelli danneggiati e a restituire elasticità e morbidezza. 

Il balsamo

Dopo lo shampoo utilizza un balsamo idratante e riparatore, da applicare solo sulle lunghezze e sulle punte per non appesantire le radici, e ricorri settimanalmente ad un doppio trattamento, applicando una maschera ristrutturante su punte e lunghezze ed una maschera astringente e purificante sulle radici.

Infine, ricorda di applicare lo shampoo in modiche quantità, diluendolo e massaggiando in modo delicato il cuoio capelluto. I capelli poi devono sempre essere tamponati delicatamente con l’asciugamano, senza strofinare, lasciandoli asciugare all’aria quando possibile, o comunque evitando di usare il phon a temperature troppo alte e a distanza ravvicinata, applicando eventualmente un prodotto termoprotettore. Di tanto in tanto, per evitare lavaggi troppo frequenti, puoi optare anche per uno shampoo secco: spruzzato o spolverato solo sulle radici, assorbe sebo e impurità in eccesso, lasciando i capelli morbidi e luminosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento