Venerdì, 17 Settembre 2021
Alessandro Gemme

Opinioni

Alessandro Gemme

Giornalista MilanoToday

Garibaldi

Dopo il forfait i novax ci riprovano: "Bloccheremo i treni". Ci sarà qualcuno?

Non è escluso che la partecipazione sia ancora più bassa rispetto a quella di mercoledì. Sui gruppi Telegram complottari, assediati dai troll, serpeggia il malcontento

La Stazione Garibaldi blindata dalle for

Il loro obiettivo era uno solo: paralizzare la stazione di Milano Porta Garibaldi e insieme a lei il sistema dell'alta velocità in Italia. Tutto per protestare contro l'obbligo del green pass su treni a lunga percorrenza, aerei e navi. Dopo il flop (clamoroso) della manifestazione di mercoledì 1° settembre i novax ci riprovano e, sempre attraverso canali Telegram con nomi bizzarri, hanno lanciato un'iniziativa per oggi, giovedì 2 settembre. 

L'appuntamento, comunicato nel gruppo, è sempre per il pomeriggio, sempre nelle stazione di Porta Garibaldi e in altri hub italiani. La vera domanda, però, è una sola: quanta gente parteciperà? È difficile fare previsioni su questo genere di manifestazioni ma è molto probabile che ci saranno poche, pochissime persone. Una manciata di esaltati che proprio come mercoledì ripeteranno a macchinetta le stesse tesi strampalate che loro zio, laureato all'Università della Vita di Milano e con il master all'Università della Strada, condivide sul gruppo di famiglia. Aria fritta al sapore di complottismo, per farla breve.

Nel frattempo i gruppi in cui le manifestazioni vengono annunciate come dei diktat (corazzate da 45-50mila partecipanti) si stanno sgretolando sotto il colpo dei troll infiltrati che si dilettano a prendere in giro i novax. Ma non è la loro "sola" minaccia, i complottasti duri e puri credono che gli admin siano diventati "referenti" delle forze dell'ordine, altri invece credono che dietro a tutto ci siano i servizi segreti. Qualcuno (ma poche, pochissime persone) chiedono che la protesta venga organizzata al sabato perché durante la settimana lavorano. Insomma, tengono famiglia anche loro e non hanno tempo da perdere con queste baggianate. Non più leoni da tastiera ma strampalati rivoluzionari del weekend.

Si parla di

Dopo il forfait i novax ci riprovano: "Bloccheremo i treni". Ci sarà qualcuno?

MilanoToday è in caricamento