rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
A Teatro con Giada

Opinioni

A Teatro con Giada

A cura di Giada Giaquinta

"Sogni a due ante" vi metterà di buon umore dal 3 al 7 novembre

Il regista Alberto Pistacchia vi porterà al confine tra realtà e sogno. Due dimensioni con differenti toni recitativi, divertenti e scritti volutamente su diversi stili di comicità

“Non capisco perché sono qui, in fondo non ho fatto nulla”. Ed è proprio in quel “nulla” che risiede la loro inadempienza vitale. Il titolo  trae ispirazione dalla scenografia nonché letto dei due protagonisti: un armadio. A distanza di quattro anni, come tutto si evolve, il regista ci comunica la propria scelta di cambiare ambientazione: un limbo immerso nella sabbia. "Mi piace l’idea del deserto. Della solitudine. Del caldo insistente e fastidioso." dice Alberto Pistacchia, regista dell'opera che sarà in scena al Teatro Verga dal 3 al 7 novembre. La storia narra le vicende di due uomini, un investigatore e un poeta, che dopo il loro suicidio, senza un apparente motivo, si ritrovano su una spiaggia deserta a loro sconosciuta, una zona neutra tra il paradiso e l’inferno e dove ogni qual volta si addormentano, si ritrovano a rivestire ruoli a loro scomodi ed inattesi: la realtà e il sogno. Ognuno di noi ha una duplice se non plurima dimensione. Basti pensare ai ruoli che siamo costretti a interpretare nella nostra vita: come figlio, come studente, come amico, sportivo, come marito, moglie o compagno; manager, medico, avvocato...(o stagista!). Lo spettacolo infatti si spacca in due dimensioni, quella del limbo, dove i toni recitativi sono più scuri e quella dei sogni dagli accenti accesi, molto divertenti e scritti volutamentesu diversi stili di comicità.  

Dal 3 al 7 novembre

Teatro Verga alle ore 21:00

Per biglietti e prenotazioni:

info@teatroverga.it - www.teatroverga.it

 

sogni-a-2-ante-017

Si parla di

"Sogni a due ante" vi metterà di buon umore dal 3 al 7 novembre

MilanoToday è in caricamento