Venerdì, 25 Giugno 2021
A Teatro con Giada

Opinioni

A Teatro con Giada

A cura di Giada Giaquinta

UFO.Studio in "Quaranta giorni" al Teatro Verdi

Precariato, sfruttamento, illegalità. Problematiche attuali per sopravvivere alle quali è meglio vivere chiedendo in prestito gli ideali ai propri nonni, vivere per cancellare gli ideali dei nonni, sopravvivere senza il lusso degli ideali?

Tre ragazze in attesa di un autobus che non passa. 40 giorni, 40 minuti, 40 secondi, 40 anni. Sembra una citazione Beckettiana di aspettando Godot questa pièce teatrale di Federico Bertozzi in scena dal 2 al 7 novembre al Teatro Verdi. "Quaranta giorni" vedrà l'interpretazioni di Debora Migliavacca Bossi, Milvys Lòpez Homen, Mavis Castellanos nella loro ultima notte di follie in discoteca,  prima del lavoro stagionale in una risaia. Tre ragazze, una italiana, una ruandese e una cubana portavoci ognuna di una cultura diversa, una storia diversa, ma accomunate dagli stessi drammi: il precariato, lo sfruttamento, l’illegalità. Tre filosofie inconsapevoli che si esprimono per contraddizioni: vivere chiedendo in prestito gli ideali ai propri nonni, vivere per cancellare gli ideali dei nonni, sopravvivere senza il lusso degli ideali.

Teatro Verdi - Via Pastrengo, 16 Milano

Si parla di

UFO.Studio in "Quaranta giorni" al Teatro Verdi

MilanoToday è in caricamento