menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abbandoni il cane? Rimani in tangenziale al sole e bendato

Una soluzione per i milanesi 'sbadati'

Come ogni anno eccoci arrivati al periodo delle prime partenze. Probabilmente, come sembra dai primi dati, quest’anno Milano sarà meno vuota: la crisi colpisce anche le vacanze e molti milanesi rimarranno in città. O forse faranno le vacanze in altri momenti, quando i costi potrebbero essere più a portata di mano. E come ogni anno, sempre in questo periodo, gli appelli a non abbandonare gli animali, cani, gatti, pesci rossi, volatili, tartarughine e tanti altri amici non parlanti si moltiplicano anche sotto la madonnina.

Pur condividendo spesso questi annunci sui vari social network, esco dal coro e dico la mia: non servono a niente. Se qualcuno ha deciso di lasciare sul ciglio della strada il suo cane, non c’è cartello, pubblicità, avviso che tenga. Tutto inutile. La decisione è presa. Un quattro zampe in meno. Cosa fare quindi per evitare questa pratica? Multe? Sanzioni? Mah, non saprei, confesso. Però un’idea la butto lì. Ricordate il vecchio occhio per occhio? Ecco, io adotterei questo.

Abbandoni il tuo cane? Non hai multe, non devi pagare niente. Devi solo riuscire ad attraversare la tangenziale ovest bendato in un orario non di punta… le 3 del pomeriggio. Due volte. Da una parte all’altra. E ritorno. Se dopo questo giretto sei ancora in piedi, ottimo, hai vinto un premio: puoi rifare lo stesso tragitto altre due volte. Se invece ti hanno preso dentro, con buona pace dell’automobilista che si troverà qualche punto in più sulla patenta per aver reso seppur inconsapevolmente un servizio di pubblica utilità, bè, allora la speranza è che ti sia fatto veramente male.

Ci sono alcuni comportamenti, definiamoli così, che non trovano scusanti: riassumendoli sotto l’unico titolo di “prendersela con gli indifesi o con i più deboli” come l’abbandono degli animali non possono e non devono trovare scusanti.

Non si augura del male a nessun – questo è uno degli insegnamenti che mi ricordo di aver imparato. Chiedo scusa ai miei insegnanti, ma in questi casi non ci riesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Come sarà il nuovo piazzale Loreto

Ultime di Oggi
  • Salone del Mobile

    Stefano Boeri curerà il Salone del Mobile 2021: "Sarà imperdibile"

  • Attualità

    Come sarà il nuovo piazzale Loreto

  • Cronaca

    Fabrizio Corona dai domiciliari lancia uno shop di cannabis light

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento