rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Opinioni

MilanoToday

Redazione MilanoToday

La Vittoria Brambilla cerca di mettere le mani sull’Aci, la solita storia del “figlio e fratello di..”

Nonostante il clamore che circonda la politica e le pesanti insinuazioni di corruzione e nepotismo, il ministro Brambilla propone ai vertici dell'Aci il figlio di La Russa, il suo fidanzato e l'uomo del premier Ermolli. C'è ancora speranza per questo paese?

Uno pensa che con tutto quello che sta succedendo tra inchiesta Grandi Eventi e la nomina "sospetta" di Brancher, la classe politica sia sufficientemente intelligente per porre almeno una pezza temporanea a questa indegna pratica dell'utilizzo della cosa pubblica per scopi personali o per favorire i famigliari e invece…Invece, oltre a non avere un briciolo di moralità e rispetto per la "res publica", se ne fregano del clamore mediatico e continuano imperterriti a fare i comodi loro.

Questa volta è il caso di Michela Vittoria Brambilla, ministro del Turismo e rossa tutta fuoco che qualche estate fa mise sottosopra le gerarchie del Pdl con la sua veloce scalata al vertice. Che cosa ha fatto la nostra eroina? MVB (veloce abbreviazione) ha presentato la lista di candidati per le poltrone di commissari dell'Aci Milano (che controlla il gran premio di Monza e una serie di proprietà immobiliari importanti)e…sorpresa sorpresa, sono tutti uomini vicini a lei e al presidente del consiglio.

Ma partiamo dal commissario straordinario che sarà Massimiliano Ermolli, figlio di Bruno, uno degli uomini attualmente più vicini al superpresidente Berlusconi. Per quanto riguarda invece gli altri candidati al vertice dell'associazione troviamo di nuovo il piccolo Ermolli, Geronimo La Russa e Eros Maggioni. Questi ultimi due sono rispettivamente il figlio del Ministro della Difesa e il compagno proprio del ministro Brambilla.

L'ente respinge le accuse ma per fortuna il Pd (di solito addormentato) ha presentato una interrogazione parlamentare alla rossa per chiedere chiarimenti sulle nomine.

La storia si ripete comunque dopo le elezioni europee, dove avevamo visto apparire in lista diversi personaggi legati a politici come l'igienista dentale del premier (la mia adorata Nicole!) e il figlio di Umberto Bossi (che ha pensato subito di proporre una legge contro gli ambulanti).

Ormai questa classe politica (destra, sinistra e centro nessuno escluso) ha veramente toccato il fondo. La domanda è: riusciremo prima o poi a risalire la china?

Nel frattempo…Buona città!
S.

Si parla di

La Vittoria Brambilla cerca di mettere le mani sull’Aci, la solita storia del “figlio e fratello di..”

MilanoToday è in caricamento