Domenica, 13 Giugno 2021

Opinioni

MilanoToday

Redazione MilanoToday

Moratti sì o Moratti no per il 2011. Ormai un caso nazionale…

Dopo la sparata di Bossi che si è candidato per la poltrona di primo cittadino di Milano, cominciano a vedersi i primi malumori nei confronti di lady Brichetto-Arnaboldi anche da parte del Pdl. Mai avrei pensato di dirlo, ma non mollare Letizia!

Avevo pensato di ignorare le dichiarazioni di Bossi e il suo desiderio di essere sindaco di Milano (cosa che mi costringerebbe ad emigrare), ma poi le cose si sono ingigantite e forse i proclama più o meno seri del Senatur hanno fatto emergere tutta la tensione interna alla maggioranza comunale e hanno messo sotto gli occhi di tutti il poco sostegno che la nostra prima cittadina raccoglie nella sua stessa coalizione.

Andiamo con ordine. La sera della vittoria alle regionali, il leader del Carroccio (forte del risultato ottenuto) aveva annunciato di essere disponibile a diventare il candidato sindaco del centrodestra alla tornata elettorale del 2011. Poi qualche giorno fa Berlusconi ha tentato di serrare le fila e, durante una cena ad Arcore con Bossi, ha ribadito la sua intenzione di candidare ancora la signora Brichetto-Arnaboldi alla poltrona di primo cittadino del nostro capoluogo.

Subito però, al consiglio comunale per l'approvazione del bilancio, è mancato il numero legale per votare anche per colpa dei consiglieri della maggioranza. Gli uomini di Podestà, presidente della provincia e coordinatore regionale del Pdl, si sono mostrati molto critici nei confronti del sindaco anche per non aver partecipato al sit-in di protesta di qualche giorno fa dei sindaci lombardi (contro i tagli al bilancio). Nota a margine: la maggioranza del Pdl ha criticato il sindaco per non aver partecipato ad una manifestazione contro il Pdl, ma va beh…sono dettagli!

Chi segue spesso i miei interventi saprà che non ho una particolare stima del lavoro svolto da Lady Moratti per la nostra città, ma se l'alternativa a lei è Umberto Bossi allora…donna Letizia tutta la vita! (non pensavo di poter mai dire una cosa del genere).

Al di la della poca stima professionale, devo notare che la signora Brichetto-Arnaboldi ha sempre cercato di mantenere un certo distacco dal Pdl, almeno da quando lavora alla politica locale (tranne quando recentemente è stata costretta a prendere la tessera del partito dalle mani di Silvio). Dal suo insediamento ha imposto anche scelte poco gradite alla sua coalizione (Ecopass) e ha preso decisioni in autonomia come la scelta dell'assessore Croci (che peraltro poi è stato fatto fuori su richiesta di LaRussa perché era "troppo ambientalista").

Il Pdl forse comincia a subire i primi colpi e a soffrire l'avanzamento al nord della Lega e i vertici lombardi vorrebbero forse un candidato forte, legato al territorio e allineato per svolgere questo compito, specialmente in vista di Expo.

Duole doverlo dire, ma tieni duro donna Letizia, non farti fare le scarpe così!

Nel frattempo….Buona Città!
S.

Si parla di

Moratti sì o Moratti no per il 2011. Ormai un caso nazionale…

MilanoToday è in caricamento