rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021

Opinioni

MilanoToday

Redazione MilanoToday

Moratti: “Gli immigrati normalmente delinquono”. Davvero?

Gli immigrati normalmente delinquono": così la pensa il nostro primo cittadino.Mi piacerebbe sapere cosa pensa invece di tutti questi politici che delinquono invece. E' normale anche per loro?

Qualcuno mi ha sempre detto che "è meglio tacere e dare l'impressione di essere stupidi, che aprire bocca e togliere ogni dubbio". Forse qualcun altro avrebbe dovuto dirlo anche al nostro primo cittadino, che questa mattina ha parlato all'Università Cattolica sul tema dell'immigrazione.

Il Corriere riporta così le parole del sindaco: "La clandestinità è un reato, un clandestino colto in flagranza non può essere espulso se ha altri processi in corso. Per rendere efficace il reato di clandestinità occorre assorbirlo in altre fattispecie di reato" e ancora " I clandestini che non hanno un lavoro regolare, normalmente delinquono". Ho capito male o sta dicendo che gli immigrati normalmente delinquono? No non ho proprio sbagliato, il sindaco ha ribadito la sua affermazione e lo sceriffo De Corato le ha detto che aveva ragione!!!!

Pare che dopo le parole del sindaco siano state poco ben accolte dall'Aula Magna del cattolicissimo Ateneo. Lo sappiamo tutti per fortuna, che la Curia milanese non ha le stesse posizioni dell'amministrazione locale quando si parla di immigrazione (basta pensare agli attacchi di qualche tempo della maggioranza al Cardinal Tettamenzi, con le pesanti accuse di Calderoli). Per fortuna la Chiesa, nonostante il passare dei secoli, rimane fedele ad una sana idea di solidarietà e carità cristiana.

Forse il sindaco dovrebbe spiegarlo alle badanti che lavano il sedere agli anziani e che sono clandestine che sono più portate a delinquere proprio perché clandestine, dovrebbe spiegarlo anche ai muratori che vengono reclutati a Cascina Gobba o a Bergamo e Brescia. E a tutta una serie di migranti, clandestini non per scelta ma per condizione, che cercano ogni giorno di guadagnarsi da vivere onestamente in questa città.

Quando il primo cittadino di una città arriva a dire cose di questo genere, si comprende la costante politica anti-immigrazione portata avanti dal suo vice e di cui pensavo lei non fosse così colpevole (sbagliare è umano). Basta ricordare alcune idee "spettacolari" che ha avuto questa manica di razzisti (uno cerca di andarci piano, ma poi fanno certo cose): l'estate scorsa ci sono stati i bus galera, ogni giorno i vari sgomberi insensati dei campi rom e per finire il coprifuoco in Via Padova, zona ad alta densità di migranti.
Se servisse un'altra ragione per vergognarsi di questa amministrazione…

Nel frattempo…Buona città!
S.

Si parla di

Moratti: “Gli immigrati normalmente delinquono”. Davvero?

MilanoToday è in caricamento