Sabato, 12 Giugno 2021

Opinioni

MilanoToday

Redazione MilanoToday

Una velina per la Regione Lombardia

Ora sono i politici “corrotti” a non andare bene nelle liste per le prossime regionali. E quindi? Beh è tempo di tirare fuori dal cassetto le veline, accantonate per colpa di donna Veronica

Le lettere pubbliche di Veronica Lario sono ormai un ricordo lontano per il presidente del consiglio: il divorzio è quasi cosa fatta (si tratta solo di accordarsi sull’aspetto economico) e la preoccupazione maggiore della politica italiana ora, sembra quella di epurare i “corrotti”, dopo lo scandalo della Protezione Civile di questi giorni.

E quindi fanno ritorno alla chetichella nelle liste delle prossime regionali le ormai non più scandalose “veline”, ragazze più di bell’aspetto che di belle speranze, che vengono scelte direttamente dal capo per rappresentare il Partito delle Libertà. In Lombardia è il caso di Nicole Minetti, igienista dentale e ballerina di programmi televisivi quali “Scorie” e “Colorado Cafè”.

Il premier l’ha conosciuta durante il suo soggiorno al San Raffaele per l’incidente di Piazza Duomo (il famoso attentato di Tartaglia) e da allora l’ha inserita nel “listino” di Formigoni. Essere inseriti in quella lista, secondo gli esperti politologi, significa essere automaticamente eletti insieme al presidente senza fare un minuto di campagna elettorale. Con mio sommo rammarico poi, la vittoria per Formigoni, è già quasi cosa fatta in Lombardia: lo strapotere di Comunione e Liberazione in regione è ormai una realtà consolidata.

Sembra che la signorina Minetti non vada giù neanche a qualche esponente del Pdl locale, ma si sa come funziona con Berlusconi: è lui che comanda ed è lui che decide! Gli altri si adeguano.

Qualcuno potrà dire, come è già successo ai tempi della Carfagna, che il fatto che sia alla sua prima esperienza e che sia stata scelta direttamente dall’alto, non vuole necessariamente dire che non prenderà sul serio il suo ruolo. Lungi da me criticare il suo operato a priori, quello che critico è l’operato di chi l’ha scelta.

Dopo una stagione intera di scandali, la politica ha bisogno di serietà per ritornare ad essere credibile, ha bisogno di persone competenti in ruoli chiave, non certo di veline sgambettanti di bella presenza che non nobilitano nemmeno il ruolo della donna in politica!!!

Intanto...Buona città!
S.

PS: Non ho resistito...Formigoni sta facendo le suonerie dei cellulari per questa campagna elettorale! Un cadeau
Si parla di

Una velina per la Regione Lombardia

MilanoToday è in caricamento