rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Shopping a Milano

Opinioni

Shopping a Milano

A cura di Giada Giaquinta

Pochi acquisti a causa della crisi? A quanto pare no

E' emerso che il 70 per cento dei turisti sceglie il capoluogo lombardo per fare spese e il 43 per cento ridurrebbe il soggiorno se non dovesse fare compere, vediamo quali sono le mete preferite

I dati emergono da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano sulla ricerca «Shopping a Milano» realizzata tramite l'università Iulm nel 2009. "Le vie dello shopping sono infinite" e fanno bene alle tasche di Milano. Oltre al Duomo e alle mostre, sono i negozi e le vetrine la vera attrazione di Milano che con le vie della moda da quelle più care del quadrilatero, a quelle più giovani e a buon mercato di Corso di Porta Ticinese, via Torino e Corso Buenos Aires. L'attrattività dei negozi milanesi è un indotto per il turismo che vale un miliardo all'anno. Il punto di riferimento principale è la zona intorno al Duomo, che vale per indotto turistico sulla città quasi 200 milioni di euro, seguita da Corso Vittorio Emanuele . Mete emergenti, scelte soprattutto dai turisti più giovani, sono via Torino sede per eccellenza delle catene in franchising e dei negozi per i teenagers e Corso Buens Aires, primo polo di attrazione fuori dal centro. Tedeschi, spagnoli, svedesi: sono loro i protagonisti della tenuta del turismo milanese anche in periodo di crisi. Mentre calano i tradizionali turisti americani, giapponesi e russi. Insomma, lo shopping è un motivo per restare più a lungo in città per quasi un turista su due (42,8%), soprattutto tra gli stranieri (47%).

Il sito della Camera di commercio di Milano e il sito dell'Università Iulm

La pagina su facebook di Shopping a Milano

Si parla di

Pochi acquisti a causa della crisi? A quanto pare no

MilanoToday è in caricamento