T'el see che a Milan... ?

T'el see che a Milan... ?

Quanta acqua risparmierebbe Milano se chiudesse tutte le "vedovelle" della città?

Le 668 fontanelle di Milano erogano circa otto litri d'acqua al secondo

Per contrastare l'emergenza siccità a Roma (da luedì 3 luglio) sono stati chiusi trenta "nasoni" e il provvedimento andrà avanti nei prossimi giorni. Una manovra per contrastare gli effetti della siccità e ridurre i prelievi dal Lago di Bracciano. Ottantacinque delle circa 2.800 fontanelle presenti sul territorio romano, però, resteranno escluse dal piano che ha sollevato numerose polemiche. La domanda sorge spontanea a molti milanesi: non si potrebbe chiudere le fontanelle della città (le vedovelle) per risparmiare acqua? Quanta acqua verrebbe risparmiata? Procediamo con ordine.

Cosa sono le vedovelle

Le vedovelle sono le tipiche e famose fontanelle di Milano, che devono il loro nome all'incessante filo d'acqua che sgorga,  simile a un pianto perenne di vedova. Sono anche chiamate "Drago verde" per il loro tipico colore verde e il rubinetto a forma di testa di drago. Le fontanelle sono state disegnate nel 1931 e sono fatte tutte di ghisa meno una: quella di Piazza della Scala, fatta interamente in bronzo poiché è stata la prima a essere costruita. Attualmente a Milano ci sono 668 vedovelle.

Draghi verdi, uno spreco d'acqua?

È credenza popolare che le vedovelle generino spreco d'acqua, ma non è così ed è la stessa MM a smentirlo con una nota sul suo sito istituzionale. "Il flusso d'acqua continuo delle vedovelle — si legge — non è utile solo per dissetarsi, ma svolge anche l'importante funzione di mantenere l'acqua sempre in movimento preservandone la freschezza e la buona qualità in corrispondenza delle tubazioni terminali cieche, le cosiddette 'teste morte'". 

I numeri delle vedovelle sono irrisori, se confrontati a quelli dell'acquedotto di Milano. Nello specifico a Milano — sempre secondo i dati di MM — vengono erogati circa 7.500 litri al secondo. Tradotto: case, uffici e fabbriche di Milano prelevano dall'acquedotto 450 metri cubi d'acqua ogni minuto. Le vedovelle? Solo 8 litri al secondo, meno di mezzo metro cubo al minuto. 

Inoltre la portata in uscita dalle fontanelle "non si disperde inutilmente — si legge sempre sul sito di MM —, al contrario l'acqua si scarica in fognatura, raggiunge i depuratori di Milano, viene disinfettata e quindi impiegata dai consorzi agricoli per l'irrigazione dei campi a sud di Milano".

La mappa con tutte le vedovelle di Milano

T'el see che a Milan... ?

Piccole curiosità, storie, aneddoti e leggende all'ombra della Madonnina

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento