Giardino smart, come illuminare l’esterno con la domotica

I consigli per gestire l'illuminazione del giardino da remoto

La domotica fa ormai parte delle nostre vite e ci permette di gestire anche da remoto e in modo agevole diverse funzionalità ed apparecchi in casa: dalle tapparelle al sistema audio, fino alla videosorveglianza.

Da questa tecnologia così comoda non è escluso nemmeno il giardino, che grazie alla domotica piò davvero diventare smart. Basta seguire una serie di consigli e potremo rilassarci al sole senza dover pensare a nulla.

Irrigazione domotica

Chi ha un giardino sa bene che occuparsi dell’irrigazione porta via molto tempo, ma grazie alla tecnologia diventa tutto più semplice. Inoltre, il vantaggio di una casa smart è quello di poter gestire il sistema in ogni momento. Solitamente l'impianto è connesso ad apposite app che possono essere controllate su tablet e smartphone per poterlo gestire anche da remoto. 

Quindi quando siamo in vacanza o fuori casa, possiamo avere l’intero sistema sotto controllo e un prato sempre verde senza chiedere l’aiuto di amici e parenti.

Tra i vantaggi di un sistema di irrigazione controllato da remoto, c’è anche un netto risparmio in bolletta. Siamo noi che in totale autonomia scegliamo la durata e la frequenza dell’irrigazione. Per proteggere il prato, quando piove possiamo interrompere manualmente o automaticamente l’irrigazione. In commercio ci sono sistemi dotati di sensori in grado di percepire la pioggia e quindi bloccarsi.

Oltre a questi modelli ci sono quelli alimentati ad energia solare che non vanno a gravare sulla bolletta elettrica. Altri invece, hanno una predisposizione che permette di scegliere quali zone del giardino irrigare, quali no e programmarli in base alle piante presenti.

Illuminazione domotica

Se il sistema di irrigazione ha un ruolo importante, per avere un prato verde e rigoglioso, anche l’illuminazione non deve passare in secondo piano.

Come per l’interno, lampade e lampioni esterni possono essere gestiti da remoto, per limitare al minimo gli sprechi e avere un ambiente sicuro.

Proprio nell’ottica di avere costi ridotti in bolletta, con la domotica è possibile creare un impianto arricchito da sensori di movimento o di prossimità. In questo caso le lampade si accendono nel momento in cui percepiscono la presenza di un oggetto in movimento.

Di solito questa opzione viene installata in abbinamento al sistema di allarme così da percepire una presenza sospetta in giardino e attivarsi in caso di intrusione.

Con l’evoluzione tecnologica si stanno diffondendo sempre più le lampade ad energia solare dotate di piccoli pannelli che accumulano energia durante il giorno. Grazie al sensore crepuscolare, il sistema riconosce l’abbassamento della luce del sole e utilizza l’energia accumulata durante la giornata.

L’illuminazione tramite Led a basso consumo, permette di utilizzare poca energia, quindi anche durate le giornate poco soleggiate si avrà un sistema in grado di illuminare le ore notturne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
MilanoToday è in caricamento