Antifurto a Milano, quale installare e come funziona

Per proteggere la propria abitazione ci sono diversi sistemi d'allarme. Ecco quali scegliere e come attivarli

Antifurto (da TriestePrima)

Subire un furto in casa non è un'esperienza piacevole. Lo sanno bene i milanesi che hanno avuto la sfortuna di viverla. Per questo affidarsi a un sistema d'allarme efficace può essere il modo per sentirsi sicuri in casa propria. Negli ultimi anni il settore degli antifurti si è evoluto avvalendosi delle tecnologie più all'avanguardia e arrivando ad offrire un'ampia gamma di dispositivi. Ecco quali scegliere a seconda delle proprie esigenze.

I vari tipi di sistemi d’allarme

Antifurto ad infrarossi: questo dispositivo funziona grazie a un fascio di raggi infrarossi disposti a rete. L’allarme, posizionato all’ingresso o all'esterno di un appartamento, si attiva nel momento in cui qualcuno supera la soglia. L’interruzione del fascio di luce fa scattare in automatico il sistema.

Sensori volumetrici: pensati per gli ambienti di grandi dimensioni o per l’esterno, servono a controllare eventuali anomalie. L’emissione di un segnale ci permette di capire se ci sono o meno strani movimenti all’interno dell’ambiente.

Sensori per porte e finestre: i più comuni sono sensori magnetici che vengono applicati sul telaio e sulla parte mobile della porta o degli infissi. Nel momento in cui vengono forzati e i magneti si separano, i sensori emettono un segnale alla centralina che fa scattare l’allarme.

Impianto a microonde: i sensori diffondono nell’ambiente delle onde elettromagnetiche. Quando avvertono una diversa frequenza dovuta ad un corpo estraneo, il cambio della diffusione delle onde fa scattare il segnale che attiva l’allarme.

Installare un Antifurto

Una volta deciso quale sistema di allarme è più adatto a noi, si dovrà pensare ad installarlo. Per farlo ci si potrà rivolgere a una ditta specializzata o, in alternativa, montarlo in autonomia, ricorrendo a kit semplici e sicuri. Ecco come installarlo in modalità fai da te.

Quasi tutti gli allarmi sono dotati di una centralina, il cosiddetto “cervello”, e d sensori, che avvertono di ogni possibile cambiamento nell’ambiente. La centralina deve essere montata in un posto nascosto, ma non troppo perchè deve essere raggiunto dai raggi del telecomando. Ci sono due modelli di centralina:

  • il modello GSM deve essere montato in prossimità di una presa elettrica e in un punto in cui cellulare riesca a prendere;
  • il modello wifi deve essere montato vicino ad un router per poter collegare il cavo ethernet. Anche se dopo aver installato la centralina è possibile staccare il cavo, è consigliabile lasciarlo collegato per evitare che possibili malfunzionamenti del wifi limitino il funzionamento dell’allarme.

Per quanto riguarda i sensori la loro attivazione è molto semplice:

  • per quelli GSM basta inserire all’interno una sim (diversa da quella che si usa sul telefono) e attivarli con il telecomando;
  • per attivare i sensori wifi è sufficiente scaricare sul telefonino l’app ed eseguire la configurazione guidata della centralina con la rete wirless di casa.

A questo punto non resta che attivare l’allarme.

Dove acquistare antifurti a Milano

In città sono diversi i negozi e le aziende che vendono sistemi di allarme. Eccone alcuni.

Secos Generale Elettronica Srl - impianti allarme e antifurti Milano, Piazza Fratelli Bandiera, 13

Antifurti Casa Milano, Via Gentilino, 13

Sicursistemi Srl, Piazza Quattro Novembre, 4

- Milano Allarmi Casa, Via Marcantonio dal Re, 34

- Antifurto Casa - Milanosicurezza, Via Ulisse Dini, 8

Grimaldi Antifurti- Viasat, Viale Campania, 20.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
MilanoToday è in caricamento