Sicurezza

Come pulire le pentole bruciate

Scopri due metodi infallibili per pulire le pentole bruciate

Capita ogni tanto, quando si cucina, che una parte della pentola si bruci: questo accade per distrazione o perchè si è tenuto il fuoco troppo alto. In questa guida scopriamo insieme come pulire le pentole in modo naturale e non, facendole tornare a brillare.

1. Il detersivo o la pastiglia della lavastoviglie

Per pulire la pentola con il detersivo dei piatti occorre innanzitutto lasciar raffreddare la padella, quindi riempirla con una tazza di acqua e aggiungere una pastiglia per la lavastoviglie. In alternativa andrà bene anche un cucchiaio di detersivo biologico, che contiene infatti enzimi specificamente progettati per trattare le macchie a base di alimenti.

A questo punto, occorre rimettere la padella sul piano di cottura e portare l’acqua ad ebollizione, lasciando cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti. Piano piano le parti bruciate si solleveranno e verranno via semplicemente. Se necessario, in caso di incrostazioni molto ostinate, si consiglia di ripetere l’operazione.

2. Il bicarbonato e l'aceto

Un altro metodo, questa volta totalmente naturale, per pulire pentole e padelle dalle incrostazioni, prevede l'uso di aceto bianco e di bicarbonato.

In questo caso occorre riempire il fondo della pentola con una tazza d'acqua, porre la pentola su un fornello acceso a fiamma bassa e aggiungere una tazza di aceto. Si deve quindi portare l'acqua a ebollizione, togliere la padella bruciata dal fuoco e aggiungere due cucchiai di bicarbonato di sodio. Infine, occorre versare via nel lavandino il liquido e ripulire il fondo della pentola con una spugna da piatti.

Dove acquistare prodotti per la cucina a Milano

- Kasanova, Via Leopardi, 7

- Barazzoni, Piazza Riccardo Wagner, 9,

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come pulire le pentole bruciate

MilanoToday è in caricamento