Condizionatore in casa: i trucchi per risparmiare in bolletta

Dalla scelta del condizionatore alla temperatura da impostare, tutte le informazioni utili

In estate avere un condizionatore in casa può fare la differenza a causa delle alte temperature esterne. Quando si possiede un condizionatore, però, è molto importante pulirlo bene periodicamente, per evitare la diffusione nell’ambiente di germi e batteri.

In questo articolo scopriamo tutti i trucchi per avere un condizionatore in ottimo stato.

Quale condizionatore acquistare?

Sembra scontato, ma la scelta del condizionatore ha un peso rilevante sui consumi. Oltre al design e all’efficienza, bisogna prendere in considerazione la classe energetica. Se quelli della classe C ormai sono obsoleti, la soluzione migliore è orientarci verso quelli della categoria A e superiori, il top di gamma è quello A+++. Oltre a ridurre del 30% i consumi, abbassano l’emissione di CO2 nell’ambiente.

Dove installare il climatizzatore?

Il climatizzatore è un elettrodomestico che in base ai modelli, in ogni caso occupa spazio all’interno della stanza, quindi spesso si è tentati a prediligere il design all’efficienza. In realtà questo è un aspetto da non sottovalutare, soprattutto se dotato di motore esterno e tubi. Per funzionare in modo adeguato devono essere posizionati in una zona riparata, in modo tale che in estate non sono esposti ai raggi diretti del sole e in inverno sono al sicuro da vento e pioggia.

La manutenzione

Il condizionatore è un apparecchio elettrico, quindi ha bisogno della manutenzione periodica che deve essere fatta da un tecnico. In questo modo rimane sempre efficiente quindi si ha un minor consumo di elettricità.

Scegliere la giusta temperatura

Prima di accendere il climatizzatore anche se ovvio, bisogna chiudere le porte e le finestre. Lasciarle aperte vuol dire far entrare costantemente aria calda e il condizionatore non riesce a contrastarlo in modo adeguato. Per avere la giusta temperatura in casa, non c’è bisogno di posizionare il condizionatore a 18°, basta metterlo 2-3 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna.

Programmare l’accensione del condizionatore

Avere il condizionatore sempre acceso ci permette di avere un ambiente fresco, ma nello stesso tempo aumenta i costi in bolletta. Questo non vuol dire rinunciarci, ma usarlo nel modo corretto, ad esempio nelle ore più fresche possiamo aprire le finestre e sfruttare le correnti d’aria. Nelle ore più calde, invece, possiamo farci aiutare dalle tende. Quelle scure impediscono il passaggio dei raggi UV e quindi un ambiente meno caldo.

Altro vantaggio dei condizionatori è quello di poter programmare l’accensione e lo spegnimento, con il timer possiamo decidere il lasso di tempo in cui lasciarlo in funzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Albero di Natale, idee e colori di tendenza

  • Inquinamento in casa: consigli e rimedi per un ambiente sano

  • Giardino smart, come illuminare l’esterno con la domotica

  • Cucina con isola, vantaggi e svantaggi

  • Alberi di Natale in miniatura, ecco quale scegliere

Torna su
MilanoToday è in caricamento