Apri su Maps 0258100267

Si tratta una salumeria e gastronomia popolare, con prezzi bassi e un buonissimo rapporto qualità prezzo. In via Savona, la Salumeria Fratelli Mai è un faro quando si tratta di pausa pranzo con i colleghi visto che qui si fanno panini e focacce riempiti di salumi, formaggi, creme e salse tra i 3 e i 5€. Basta chiedere ai fratelli Mai, sempre allegri e sorridenti, simbolo di un modo di fare attività che forse non c’è più. Un tuffo nel passato.

Salumeria Fratelli Mai
Apri su Maps 3478891323 @fornodelmastro

A novembre scorso il panificatore Adriano Del Mastro è sbarcato anche a Milano, per il terzo punto vendita che si aggiunge ai due di Monza, dove c’è il laboratorio. Si trova al Mercato della Darsena, al posto del Panificio Italiano del collega Giuseppe Zen. Pani di grandi pezzature, pizza in teglia, sfogliati e grandi lievitati (anche delle feste) sono al centro della produzione. Tra tutti il Pane del Mastro, da 5 kg, con cereali biologici, pane agricolo con segale tipo 2 e il Pane Integro di frumento tenero macinato a pietra. Ma anche pagnotte speciali, arricchite con olive Nocellara, cioccolato, cacio e pepe, il panfrutto con frutta secca e il mitico Pan Tramvai. Al bancone si trova anche un’ampia scelta di pizza in teglia alla romana con topping gastronomici.

Forno del Mastro-5
Apri su Maps 0249713413 @fola.milano

Una bakery di quartiere nata a NoLo a fine 2021 da tre giovani ragazze con la passione per la panificazione e la gastronomia: Luna, Claudia e Tine, che troverete ogni giorno dietro il bancone o nel laboratorio. Fòla è una pasticceria, gastronomia e bottega di quartiere che di prima mattina sforna danesi, cookies, brownies, croissants (da 1,50€), banana bread con burro d’arachidi e cake al pistacchio. Chiedete il baulus (2€), una sfoglia con crema alle mandorle/frangipane, zucchero moscovado, uvetta e ananas. Un prodotto antico di tradizione belga (come Tine, una delle ragazze) che sta scomparendo e che qui potete assaggiare con un buon caffè americano (1,60€), un flat white, il doppio espresso con crema di latte (2,20€), ma anche cold brew con monorigine (Etiopia o Colombia 4,50€) o caffè leccese con espresso 100% arabica (2€).

Fola a Milano
Apri su Maps 0239432750  

Nel quartiere di Porta Venezia c’è una delle gastronomie e ristoranti vegani e vegetariani più buoni di Milano. Si chiama Alhambra ed è gestita da ragazzi del Corno d’Africa, mixando sapori più internazionali a gusti nostrani. Il risultato è un piacevole e gustoso insieme di ricette che possono essere portate via o mangiate sul posto. Gli scettici potranno ricredersi. Basta provare la loro lasagna con ragù di tofu oppure lo spezzatino di seitan per capire la cura e l’attenzione che c’è dietro ogni piatto. Da provare.

Alhambra Milano

La Salumeria Ghignoni, tra Susa e Argonne, è dal 1961 un vero e proprio baluardo per il quartiere. Lo chef Ivan, titolare della gastronomia, cucina ogni giorno un ricco menu di piatti pronti: lasagne, pasta e fagioli, risotti, polpette fritte, parmigiana di melanzane e arrosti. C’è il meglio della tradizionale gastronomia italiana, con tanto di banco taglio dove portar via formaggi e salumi nostrani. E se cercate dalla carne fresca e di qualità, c’è anche quella da Ghignoni.
 Salumeria Ghignoni Milano
Apri su Maps 02876287  

Faravelli è una macelleria e gastronomia in Corso Italia che comprende anche una salumeria e un’enoteca. Nata nel 1957 da Jolando Faravelli, fondatore, insieme alla moglie Rosetta, ancora oggi è un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere e passanti che vogliono portare a casa prodotti freschi e ricetta già pronte. La carne è di prima qualità, infatti proviene solo da allevamenti piemontesi e certificati, così come i salumi e i formaggi. Faravelli è anche un’ottima enoteca dove trovare etichette e annate particolari dall’Italia e dalla Francia. Miguel, il sommelier di Faravelli, vi guiderà nella scelta migliore proponendovi anche un abbinamento con la cucina.

Macellaria Faravelli

Un omaggio gastronomico alla terra del suo chef e proprietario, il pizzaiolo Paolo De Simone, che apre questa gastronomia dedicata alle ricette della dieta mediterranea. Infatti il focus rimane la Campania, o meglio il Cilento, con le sue ricette contadine che diventano il perno di questo locale. Oltre a prodotti tipici del sud come mozzarella di mortella, soppressata di Gioi e i fagioli di Controne, anche tanti piatti che seguono i principi della famosa alimentazione. Tra i piatti: cavatelli alle mulignane mbuttunate alla cilentana (melanzane imbottite di uovo e formaggio con salsa al pomodoro, 8€), la minestra maritata (piatto con carne e verdura, 6€), le polpette di pane (7€).

Modus Gastronomia a Milano, un piatto del locale
Apri su Maps 3208576881 @giannasi1967

Anche noto come Il re del pollo arrosto, Giannasi è il mitico chiosco che dal 1967 scrive anche la storia di questo quartiere. Dorando Giannasi arriva da Civago, un paese sull’Appennino Tosco-Emiliano, a Milano quando aveva solo 14 anni e da lì inizia la sua storia. Era un pollivendolo e piano piano diventa una delle rosticcerie migliori della città. Polli allo spiedo, gastronomia e rosticceria di vario genere, Giannasi è colui che salva il pranzo del weekend. Da oltre 50 anni.

Giannasi a Milano-2

Tra le gastronomie più note di tutta Milano, Rossi & Grassi si trova in zona Brera dal 1971. Ritrovo di sciure e turisti che non si vogliono perdere un tripudio in bella mostra di aspic, gelatine, salumi e formaggi, pasta fresca e secondi piatti di carne o pesce. Pezzo forte, come in ogni gastronomia degna di questo nome, il patè: in lingotto, tortino o in terrine sottovuoto, al prosciutto, vitello o tonno. Ogni giorno un menu diversi: dai paccheri alla carbonara ai pizzoccheri ma anche carpacci, spezzatini e roast beef all’inglese.

Rossi&Grassi
Apri su Maps 0289402224 @ilkiosko_lapescheria

Poco prima di entrare sui Navigli e adiacente alla Darsena si trova il Kiosko, un baracchino che è a metà strada tra una pescheria e un locale che serve piatti pronti. Molte le ricette tipiche della tradizione marinara, come seppie in umido, sarde in saor, fish burger e sughi pronti. Ovviamente qui si viene anche per prendere dell’ottimo pesce fresco: spada, ricciola, gamberi, ombrina, da farvi pulire o pronto da portare via.

Apri su Maps 3755850656 @panificiodavidelongoni

Notissimo forno meneghino del maestro rivoluzionario della panificazione moderna, che oggi conta 6 insegne sparse in città. Dal 2003 il lievito madre è il suo fedele compagno di viaggio, su cui ha basato la sua produzione. Longoni crede fermamente nella produzione di grano per creare veri pani agricoli, coltivando quindi cereali nelle campagne abruzzesi e alle porte di Milano. Da qui nasce una gran varietà di pagnotte, tra cui l'Abruzzese 2022, simbolo della filiera agricola abruzzese e arricchito con farina di ceci integrali in omaggio alla rotazione dei terreni. In generale la produzione di pane segue un calendario settimanale che offre una vasta gamma di prodotti, dagli evergreen del forno come il pane nero di Castelvetrano con farina integrale di Tumminia al pane con le noci, fino al suo amatissimo shokupan o il pane scandinavo ispirato al Nord Europa, ma realizzato con la segale coltivata nei campi di Chiaravalle. Come se non bastasse Longoni ha riesumato anche la michetta, ovviamente in versione agricola. Buonissime anche le pizze, le focacce baresi e i dolci da forno.

Davide Longoni Panificio
Apri su Maps 0229406797 @poporoya_sushi_bar

Minoru Hirazawa, conosciuto da tutti come Shiro, è stato uno dei primi ad aver portato la cultura gastronomica giapponese in Italia, quando aprì proprio qui il suo alimentari dedicato ai prodotti del Sol Levante. Era il 1977 e da allora la sua corsa non si è mai arrestata, fino ad oggi. Oltre alla spesa fermatevi per provare il suo irraggiungibile chirashi: una ciotola di riso stracolma di pesce crudo e verdure (18€) o i suoi hosomaki ed huramaki. Poporoya è un sushi bar che rimane fedele alle origini.
 

Galli nasce nel lontano 1949 e da allora si occupa di cucinare piatti della tradizione italiana e lombarda per la sua sempre numerosa clientela. In Corso Vercelli, questo baluardi di tipicità è il punto giusto se si vogliono portare via piatti schietti e genuini: pasta e fagioli (19€ al kg), cannelloni (30€), polenta (22€ al kg), lasagna (25€ al kg) ma anche brasato (45€), ossobuco (43€), trippa e cassoeula (32€ al kg).

Galli Milano

Da più di 100 anni nella bottega di Via Venini, a due passi dalla stazione Centrale, questa gastronomia è una chicca nel quartiere Nolo. Piccola ed elegantissima, interamente in legno e molto curata nella disposizione dei prodotti alimentari, questo negozio è gestito dalla famiglia Torri da generazioni. Tantissimi i formaggi con una buona selezione dalla Lombardia e dalla Francia, come i salumi tra cui chicche come petto d’anatra affumicato, coppa di magalica, lardo di pata negra e culatello di zibello. Ovviamente una parte è dedicata alla gastronomia tradizionale con aspic di carne, galantine di pollo, marbré e aragostine. C’è anche un menu take away che cambia ciclicamente.

Specialità Gastronomiche Torri & C. Milano

Boutique del cibo, Il Nuovo Principe in Corso Venezia è una delle gastronomie più conosciute di Milano. Nata nel 1973 in via Turati 38 dal lavoro di Paolo Baroni, questa gastronomia raggiunge l’attuale conformazione nel 1983 quando viene inaugurata la sede di Corso Venezia. Un elegante negozio dove acquistare prodotti pregiati e prelibati come caviale, salmone, foie gras d’oca, salumi, oli, paste, formaggi e altri articoli confezionati. La gastronomia comprende piatti come arrosti di vitello, verdure di ogni genere, primi piatti di pasta fresca, da mangiare sul luogo o da portare via. Offrono anche servizi di catering, mentre in via Turati a seguito di una grande trasformazione ora c’è un self-service per 70 persone.

Il nuovo principe Milano

Pastifico Irma è un laboratorio di pasta fresca fatta a mano dal 1959, ora gestito da due giovani ragazzi che l’hanno riportato a nuova vita. Dietro troverete Giovanni Andreoli che ha anche aggiunto un angolo di cucina per provare le loro ricette tradizionali. Qui si entra come in una normale gastronomia, tutta dedicata alla pasta: bigoli, tonnarelli, rigatoni, ma anche parte ripiene come tortelloni ricotta e spinaci e alcune proposte di stagione. la cucina invece è aperto solo a pranzo: si sceglie il formato di pasta, il sugo e il condimento e si prende il proprio vassoio.

Pastificio Irma Milano

Il Pastificio Ratanà è il regno della pasta fatta a mano creato dal celebre chef milanese Cesare Battisti, che non molto distante lavora nel suo Ristorante Ratanà. Ogni giorno qui si lavora la pasta fresca con diverse forme e condimenti al suo interno: tagliatelle, cappelletti, bigoli, ravioli, tortellini. Ma c’è anche di più. Il Pastificio Ratanà è infatti un luogo con ben tre anime diverse. Laboratorio di produzione di pasta fresca, gastronomia dove trovare piatti tipici della tradizione e negozio di quartiere. Dietro trovate i due collaboratori dello chef: Fabio Stella e Tonia Ricciardi.

Pastificio Ratanà

Da molti definito il tempio della gastronomia milanese Peck è un negozio d’alimentari da oltre 140 anni. Aperto nel 1883 da Francesco Peck, un salumiere di origini ceche, con i decenni ha visto crescere la sua fortuna diventando la gastronomia che è oggi. Negli anni precedenti la Seconda guerra mondiale Peck divenne punto di ritrovo per ìntellettuali come D’Annunzio, Fraccaroli, Simoni. Una vera e propria boutique del cibo: formaggi da ogni angolo del mondo, carni di diverse frollature, prodotti gourmet come funghi porcini, foie gras, tartufo, caviale e bottarga. E ovviamente anche piatti pronti. Da Peck si può anche mangiare grazie ai diversi ristoranti: il Piccolo Peck, caffè gastronomico situato al piano terra di via Spadari, nel cuore dello storico negozio in centro; oppure al Peck City Life nuovo bistrot gastronomico dell’azienda.

Peck
Apri su Maps 028056487

A pochi passi da Duomo, Gastronomia Civelli è un altro pezzo di storia di Milano che si consuma tra primi piatti tradizionali, terrine strabordanti, tartine e patè. Come ogni gastronomia che si rispetti non può mancare una serie di ricette gelatinate e tirate a lucido, che durante le feste principali come il Natale e la Pasqua diventano anche piccole sculture a tema. Il menu per l’asporto cambia spesso, di base si alternano piatti come raviooli di brasato (9€), minestrone di riso con verdure (6€), cotoletta alla milanese (8€), pollo alla griglia (8€), arrosto di vitello (10€). Da Civelli si viene anche per un aperitivo al volo: spritz, americano o negroni, con una piccola selezione di tartine.

Gastronomia Civelli

Tre generazioni si susseguono dal 1940 qui da Zoppi & Gallotti altro caposaldo della gastronomia milanese. In via Cesare Battisti c’era in principio un negozio di alimentari gestito dalla famiglia Sormani; nel 1947 venne rilevato dalla famiglia Marchesi, che lo diresse fino all‘agosto 1984, quando subentrò la società Zoppi & Gallotti. Salumi, formaggi, macelleria, gastronomia, cantina: vige il concetto di qualità ed eccellenza grazie a una selezione meticolosa di prodotti italiani. Ottima la scelta dei formaggi come dei piatti pronti: sughi, pesce, primi piatti, secondi di carne e pesce.
 
Zoppi & Gallotti