Apri su Maps 3408551831 @panmilano

La bakery d’ispirazione giapponese nata dall’idea dello chef Yoji Tokuyoshi e la sua giovane socia Alice Yamanda, già dietro al brand Katsusanderia a Milano. Pan è un locale curatissimo, anche nell’interior, dove fermarsi per la colazione, un pranzo veloce e anche per l’aperitivo grazie alle etichette di vini naturali presenti. Una grande attenzione alla materia prima e al prodotto sia nei numerosi lievitati e prodotti di panificazione che nel caffè. Infatti gli specialty coffe sono quelli di Cafezal, da provare con gli espressi o con il filtro. Occhio al weekend: tanta fila!

Pan Milano
Apri su Maps @anche.it

Si trova nel quartiere di Isola e lo si riconosce per la piccola vetrina su strada che nelle ore notturne si apre per passare cornetti, pizzette e focacce. Anche Forno è il fratello minore di Anche, il brand di ristorazione che fa la cotoletta sbagliata con mandorle e arancia, nel civico affianco e con un locale anche a Nolo. Come un vero forno di quartiere prepara e sforna la notte per poi rivendere alla folta schiera di clienti a tutte le ore. Brioche al cioccolato, crema, girelle (da 1,20 a 1,70€) focacce rosse e bianche (3€), tra le altre cose. Nel weekend è aperto fino alle 3:30 mentre il resto della settimana fino alle 2.

Anche Forno, ph studio Voom
Apri su Maps 02816523 @fornodibarona

Il Forno di Barona è aperto 24/7 e si trova nell’omonimo quartiere a sud di Milano. Una panetteria, ma non solo: dalle pizze alle brioche, dalla caffetteria alla pasticceria, fino alla tavola calda e catering per eventi. Il Forno di Barona segue i momenti della giornata e cambia di conseguenza la sua offerta: da diurna a notturna con colazioni, pranzo, rosticceria, aperitivi fino ad arrivare agli spuntini notturni dolci e salati.

Forno di Barona, i prodotti
Apri su Maps @alainlocatelli

Alain Locatelli, classe 1988, è un nome noto quando si parla di bakery contemporanea a Milano. Infatti nella pasticceria che porta il suo nome propone una selezione dei migliori lievitati e prodotti da colazione della città. La mirabolante viennoiserie di stampo francese, nonché i diversi prodotti che ammiccano al resto del mondo, si accompagnano con una tazza di caffè specialty.  Come quello di D612, roastery di Firenze nata nel 2016 e con una grande attenzione alla provenienza dei chicchi e alla loro produzione. Da Locatelli concedetevi un espresso o un caffè filtro.

Alain_Locatelli PH Fabiola Terenzio
Apri su Maps @lepolveri

Il micro forno con laboratorio artigianale di Aurora Zancarano, in Via Ausonio 7 tra Sant’Agostino e Sant’Ambrogio, ha recentemente raddoppiato con un nuovo locale in zona Lorenteggio. Qui ha spostato tutta la produzione senza però tralasciare l’attenzione che da sempre ha mostrato verso il mondo dei caffè specialty. Anche merito di Gianni Tratzi, marito di Zancarano, che lavora nel mondo del caffè di qualità con la società Mezzatazza. Infatti oltre agli ottimi prodotti da forno e lievitati come pan brioche, bun alla cannella, al cardamomo, all’arancia, tuppi lisci e sfoglie da colazione (anche salate), qui si passa per bere un espresso, oppure un caffè filtro o cold brew dal mattino fino alla sera.

Le Polveri-4
Apri su Maps 0270630084

Un punto fisso nel quartiere quello del Grissinificio Edelweiss, che sforna grissini a regola d’erte e secondo la tradizione torinese da generazioni. A seguire questa attività di oltre 60 anni la famiglia Arcari, che si può trovare ancora dietro il bancone di questo locale vecchia Milano. Troverete ogni tipo di grissini: alla paprika, al rosmarino, piccanti, al sesamo (da 8€ al kilo) ma anche biscotti secchi e torte.

Apri su Maps @ambrogiailforno

La bakery kosher di Francesca Gatti Rodorigo e Federica Ferrari, in zona De Angeli a Milano, è un punto d’incontro anche per gli amanti del caffè specialty. Infatti tra un babka alla cannella, un lievitato di origine ebraica, oppure un challà, il tipico pane intrecciato leggermente dolce che si consuma durante lo Shabbat, qui si passa anche per un ottimo caffè. Le miscele e monorigini sono quelle di Lot Zero, ovvero gli specialty creati dalla micro torrefazione milanese di Sevengrams.

Ambrogia

La riconoscete per la fila che si forma fuori, indicatore della qualità di questa pasticceria di quartiere che va avanti da oltre 50 anni. Un laboratorio artigianale che sforna ogni giorno creazioni dolci e salate, incentrato sulla tradizione milanese (ottimo il loro panettone) così come sui classici della pasticceria italiana ed internazionale. Praline, cioccolato, mignon e torte anche personalizzate, da portar via o gustare nella zona caffetteria dal mattino fino a sera.

Un panificio artigianale nato in Città Studi che affianco a prodotti lievitati aggiunge anche la caffetteria specialty. Infatti Tone, il cui nome indica il classico forno georgiano di mattoni presente anche all’interno del laboratorio, è un punto di incontro per gli amanti dei prodotti di qualità. Dai lievitati come pane, focacce, roll e torte, passando ai vini naturali per l’aperitivo e i caffè specialty durante tutto l’arco della giornata. Utilizzano i grani di Mogi Caffè, una piccola torrefazione a Bergamo attenta a creare miscele uniche e dal sapore inconfondibile, dei fratelli Monica e Gianluigi Forcella. Da provare qui da Tone grazie alla macchina per espresso Marzocco o con il filtro.

Tone Bread Lab

Nella nuova generazione di forni a Milano c’è sicuramente Il Forno di Lambrate. Insegna di Cesare Bonelli, che dopo aver conseguito un Master alla Business School di Londra, ha deciso di diventare fornaio e di tornare a vivere nel quartiere in cui è nato. La proposta è incentrata su prodotti semplici a prezzi accessibili, elaborati con materie prime ricercate e di qualità. Si parte dal pane di quartiere (100% grano tenero) per arrivare a quello al farro integrale, multicereali, grani antichi di Sicilia, di segale, all’uvetta e persino quello dolce al cacao e cioccolato. Oltre a circa 10 pani diversi ogni giorno, Cesare sforna un’ampia varietà di pizze in teglia, dolci e crostate sempre diverse.

Il Forno di Lambtrate
Apri su Maps 0284934142 https://www.ciopa.it/

Ciopa è l’altro locale di Sandra Tasca in Isola, un panificio di quartiere aperto nel 2022. Anche qui, come da Dolzeto e Tascaro, l’ispirazione è tutta veneta, regione d’origine dell’imprenditrice. Infatti con il termine ciopa in dialetto locale si indica il pane di forma tonda o a croce, tipico di queste zone. Dunque un forno di quartiere, piccolo e accogliente, dove trovare appunto la ciopa preparata con farina monocultivar, ma anche ciopete di grano duro, cichéti di grano tenere e lievito madre vivo, ciabatte, pan piuma e pan frutto. Completano l’offerta biscotti dolci e salati, e pizze alla pala farcite con ingredienti di stagione.

Ciopa

Bakery artigianale con caffetteria nel quartiere di Lambrate che è lo spin-off di Onest, il primo locale di Lea Pedrinella e Lorenza Licciardello. L'offerta si concentra sui lievitati e sui prodotti da forno: croissant, pain au chocolat, tartellette, plumcake, dolci, biscotti, pane e focacce. A fare la magia sono Matteo Andreotti e Laura Onofrio, esperti nell'arte della panificazione, che utilizzano un blend di farine e processi di fermentazione lenti (24-48 ore) con un'alta idratazione (minimo del 75%). L’icona dell’offerta è la Clandestina, un pane di campagna a base di di farina 0, tipo 2 e integrale. Ma qui ci si diverte anche a sperimentare su nuove pagnotte, come quella con patate, con cipolle rosse, quella a base d’avena fermentata e il pane alla segale con germogli. Ottime anche le focacce ai 5 cereali e farcite. L’altro punto di forza di questo locale è lo specialty coffee, ottenuto da chicchi crudi lavorati attraverso una sorta di micro-torrefazione.

Clandestino non esiste-2
Apri su Maps @pasticceriacova

Dal 1817 Cova è un pezzo di storia non solo di Milano, ma di tutta Italia. Non molti sanno che proprio qui in via Montenapoleone si radunavano gli irredentisti delle Cinque Giornate, un momento di grande importanza per la città meneghina. Cova, oggi di proprietà del gruppo di lusso francese LVHM, venne fondata nel 1817 da Antonio Cova, un soldato di Napoleone, ed è a oggi una delle pasticcerie più antiche d’Italia. La colazione della domenica è un bellissimo rito che ci si può concedere: con un servizio d’altri tempi per accomodarsi al bancone o al tavolo.

Cova Montenapoleone, Milano

Pasticceria artigianale 100% vegana aperta da Vito Sammatrice in zona Dergano. Qui si trova sempre una proposta ampissima di dolci, dai grandi classici della tradizione pasticciera italiana come sacher, crostate e mimosa, a torte nuove e creative, ma anche muffin e bomboloni. Non mancano poi specialità regionali come babà, maritozzi, cannoli, sfogliatelle, nonché dolci legate alle festività tipo pastiera, zeppole, panettone, colomba e frittelle. Al bancone si può scegliere anche tra diversi pasticcini e mignon perfetti per un vassoio della domenica tutto a tema vegetale.

Leccornie
Apri su Maps 0245375475 @lostecafemilano

Loste Café si trova in zona Risorgimento ed è una bakery contemporanea con una grande attenzione al mondo dei lievitati e del caffè specialty. Pain au chocolat (3€), cinnamon roll (3€), bun al cardamomo (3€), ma anche frolle, bagel, croque monsieur (6€) baresi e brioche salate (4€). Il caffè specialty è al centro della proposta con espressi, cappuccini, ma anche flat white, cortado, cold brew e caffè filtro da ottime torrefazioni come April Coffee Copenhagen. Una caffetteria moderna aperta nel 2021 da Lorenzo Cioli e Stefano Ferraro, sommelier il primo e pasticcere il secondo. C'è
anche un secondo locale al Certosa District in Via Varesina 204.

Loste Caffè
Apri su Maps 0276000540 @santambroeus

Storica pasticceria milanese a pochi passi dal Duomo e dalla Scala fondata nel 1936, che negli anni ha visto diversi cambi di guardia. Poi nel 2022 entra nel gruppo SA Hospitality, che nel frattempo si era espanso in America, diventando un luogo più internazionale mantenendo la tradizione italiana, con una proposta gastronomica ad hoc per ogni momento della giornata (dalle 7.30 alle 23). La colazione è uno dei momenti più importanti, dove vengono serviti i grandi classici della tradizione: cornetti, budini di riso, veneziane, fagottini di mela e pane con burro e marmellata, da accompagnare a ottimi espressi e cappuccini. Ma anche piatti di derivazione americana come il porridge, i pancakes, salmone affumicato, avocado toast e uova in tutti i modi. E poi ampio spazio alla pasticceria, dal classico Tiramisù alla torta Sant Ambroeus, cioccolatini e grandi lievitati delle feste.

Sant Ambroeus-2

 
Apri su Maps 0249793422 @nepa.milano

Pasticceria vegana a pochi passi dalla Stazione Centrale di Milano. Si tratta della nuova sede aperta al pubblico di Fornovegano, attivo dal 2018 con consegne a domicilio. Nepà è un locale accogliente e colorato, con un’offerta dolce e salata che soddisfa ogni momento della giornata. Si parte al mattino con croissant, bun alla cannella, pain au chocolat, muffin, brownie, biscotti, torte, tartellette e maritozzi, insieme all’ottima caffetteria. Per la pausa pranzo invece, propongono bun farciti, focaccine, brioche salate, pizzette, sandwich, tortini salati e qualche piatto del giorno. Ovviamente tutto rigorosamente 100% plant based. La domenica dalle 11.30 alle 14.30 la formula brunch a 25€ con piatti dolci, salati, e bevande. Ottima anche la pasticceria mignon, le monoporzioni e le torte, disponibili durante tutta la giornata.

Nepà Milano
Apri su Maps 0249793422 @nepa.milano

Laboratorio artigianale indipendente di pasticceria e cucina in zona Moscova, incentrato su prodotti di stagione da agricoltura naturale, biologica e biodinamica. Tutti i prodotti di pasticceria sia tradizionale che vegetale vengono preparati con dolcificanti naturali e farine integrali. Ampia la proposta di dolci vegani tra cui la Torta Nuvola di cioccolato fondente, Crostata con frolla plant based, Sbrisolona all’olio di oliva, Brownie, Banana Bread e le monopozioni come la P. Pandicherry con sesamo, mandorle e cioccolato, il Tortino di avena e la Panagea con nocciole e castagne. Tra le ultime novità anche diverse mignon completamente vegetali: Giardini di Babilonia, una frolla al cardamomo e crema al cocco, Morphea con frolla alla lavanda, crema al cioccolato, croccante di nocciole e sciroppo d’acero. Da provare anche i biscotti di avena, la granola, il pane e la focaccia. Per pranzo invece focacce farcite e alcune preparazioni dalla cucina come la Piadina artigianale con hummus e verdura, Avocado Toast e diversi tipi di hummus.

Eutopia-3
Apri su Maps 0238314569 @sfoorno


Nuovo forno di quartiere di recentissima apertura in Piazzale Udine. Qui si viene per acquistare pane di diverse tipologie con lievito madre, ma anche pizze alla pala e in ruoto, focacce e prodotti dedicati alla colazione come lievitati, croissant e monoporzioni. Qui infatti, ci si può fermare per godersi brioche e cappuccino, o meglio ancora un maritozzo, nella zona caffetteria.

Sfoorno, Milano
Apri su Maps 029168209 @signor_lievito

Piccolo laboratorio d’ispirazione scandinava con appena due anni di vita, dove l’ex modella lettone Natalija Nikitina sforna pane a lievitazione naturale con farine macinate a pietra e lievito madre vivo. La varietà di pane offerta da Signor Lievito è esposta con cura sul bancone e sugli scaffali. Da provare il suo pane 100% segale, con una mollica compatta e un retrogusto dolce di cacao, e il goloso integrale con le noci. Oltre al pane, che viene servito anche la mattina con burro e marmellata, ci sono altri prodotti da forno che richiamano le origini della proprietaria: dolci lievitati nordici, come bulka, cinnamon roll e babka, perfetti per una colazione o una merenda diversa.

Signor Lievito

Tommaso Cannata ha trasformato Milano in una piccola Messina. Nella sua bakery con caffetteria e laboratorio a vista si possono ritrovare i colori, i sapori e i profumi della Sicilia. Al centro della sua produzione il pane fatto con lievito madre vivo e farine biologiche provenienti da antichi grani siciliani. Tra i suoi cavalli di battaglia il pane Evolutivo, pensato per il consumo quotidiano con la sua mollica morbida e la crosta croccante, e il pane di segale 100%. Per non parlare delle pagnotte arricchite con mandorle e olive oppure con pomodorino secco IGP e capperi di Salina. Ottime anche pizze, focacce e preparazioni da gastronomia, come arancini, caponata e pitoni messinesi (tipo panzerotti). Ma da I Compari tutto richiama la Sicilia, a partire dalla colazione a base di brioche con tuppo e granita.

I compari Milano
Apri su Maps 3755720951 @tondo_forno

Tra i migliori forni della città Tondo Forno è un panificio di quartiere aperto nel 2020. Titolare è Silvia Cancellieri, che proprio qui in Isola è riuscita a creare un punto d'eccellenza per gli amanti della cultura del pane artigianale. Un piccolo locale dove c'è il laboratorio a vista e il bancone dove poter comprare prodotti tipici da forno: pane di diverse pezzature, crostate, biscotti, ma anche pizze e focacce. Tutto viene fatto con farine provenienti da filiere agricole certificate biologiche e macinate a pietra, nonché ingredienti di piccoli produttori locali come per le verdure. 

Tondo Forno
Apri su Maps 0299266436 @zivapasticceria

Tra le migliori pasticcerie di zona c’è sicuramente Ziva, nel quartiere De Angeli. Ottimo locale dove fermarsi per la colazione grazie alle numerose proposte di viennoiserie, da accompagnare con una vasta selezione di bevande calde e fredde a base caffè specialty. Da Ziva trovate anche monoporzioni, crostate e torte moderne, pralineria, mignon, biscotti, senza dimenticare l’angolo salato. Infatti c’è anche spazio per pizza, focaccia e pane.

Ziva

Laboratorio di pasticceria artigianale nel centro di Milano specializzata in dolci e preparazioni salate per chi soffre di intolleranze alimentari. L’offerta gastronomica studiata dalla fondatrice Anna Fadeeva è inclusiva e adatta a tutti ma senza rinunciare al gusto. Tutte le proposte sono naturalmente senza glutine, senza lattosio e con ampia scelta vegana. Il nome richiama il fiore preferito di Anna da bambina, ovvero la viola del pensiero, su cui si sviluppa l’intera identità del locale: colori tenui sulle tonalità del viola e decorazioni floreali caratterizzano i dolci della sua pasticceria. Tra questi la torta di punta, nonché vegana: la Pansy con mousse al cioccolato bianco artigianale, frutti di bosco, cake al cacao e glassa ai frutti di bosco, disponibile anche versione monoporzione e mignon. Tra le proposte 100% vegetali ci sono croissant, sacher, pasticcini assortiti, torte di frolla, cheesecake e tiramisù. Producono anche pane, grissini e pasta fresca, torte su ordinazione, oltre a organizzare catering per eventi privati.

Pansy
Apri su Maps 0237905491 @pavemilano

Tra le migliori pasticcerie artigianali di Milano, Pavè ha consolidato negli anni la sua presenza nella città con l'apertura di altri tre punti vendita (di cui due gelaterie). Nata 11 anni fa nel cuore di Porta Venezia grazie all'idea di Luca Scanni, Diego Bamberghi e Giovanni Giberti di cambiare il concetto di bar-pasticceria dove fare colazione a Milano. Al suon di “breakfast revolution”. Qui, l'esperienza inizia dalla colazione, continuando fino all'ora di pranzo e oltre, con il momento aperitivo. Tra i punti di forza ci sono sfogliati e lievitati da forno: croissant, pain au chocolat, girelle, oltre a monoporzioni, torte e panettone tutto l’anno. Ottima anche la proposta salata tra toast, sandwich, focacce baresi e bomboloni salati. A pranzo il menu si compone di una quindicina di piatti semplici e golosi come crostoni, club sandwich rivisitati, panini, zuppe, insalate e piatti freddi come il vitello tonnato. Un'attenzione particolare è riservata anche ai caffè specialty: dall'espresso con una miscela 100% arabica, all'espresso monorigine, ma anche cortado, cold brew, caffè filtro e flat white.

Pavè

A Città Studi dal 2021, Tone è un laboratorio nato dalla passione dei giovani fondatori per la panificazione. In tutte le sue forme e in tutte le sue lingue. Sì, perché qui si sfornano prodotti tradizionali ma si leggono anche i ricettari del Nord Europa e della Georgia, come sa bene chi ha assaggiato il loro khachapuri (una focaccia oblunga condita con formaggio e uovo). Tutto cotto nel “tone”, un forno di antica tradizione georgiana parente del tandoori indiano, che è stato fatto costruire apposta. A colazione si trova già una buona scelta di pizze in teglia, focacce farcite e lievitati alle spezie. Lasciatevi guidare dal profumo.

Pane farcito di Tone-2

Gelsomina è una pasticceria conosciuta in tutta Milano per i suoi celebri maritozzi con panna; un morbido panino che non ha bisogno di presentazioni farcito con generose dosi di panna montana, per iniziare con sprint la giornata. Ma anche cannoli ripieni di crema alla ricotta, éclair con diverse farciture, danesi con ricotta e fichi, tartellette con frutta di stagione, bignè, da Gelsomina si trova da mattino a sera una pasticceria di influenza francese che non delude. Per la colazione come per tutto il giorno.

Gelsomina
Apri su Maps @oslo_madeinheaven

Nuova insegna in San Babila, aperta dalle sorelle libanesi Yasmine e Julie Audi per portare avanti la tradizione dolciaria di famiglia (qui tutta la storia). La madre Nayla infatti, ha aperto la pasticceria più famosa di Beirut nel 1997. Oltre alla loro leggendaria Angel Cake, cavallo di battaglia dell'insegna, il prodotto di punta è il gelato. Qui si può assaggiare una versione di gelato diversa, più denso e corposo perché contiene anche uovo e soprattutto con gusti molto particolari. Sono 8 quelli  proposti che però cambiano stagionalmente, ma non manca mail il Wild Orchid: il più tipico in Libano fatto con polvere di orchidea selvatica. Lo stesso vale per il Rose Loukoum fatto con sciroppo di rose. L'altra particolarità è che si possono guarnire con diversi topping, come gelatine di frutta, cioccolato e frutta secca. Ottimi anche i sorbetti preparati solo con frutta fresca di stagione e acqua.

Il gelato di Oslo made in heaven

Una storica pasticceria milanese simbolo di questo quartiere e ancora oggi punto di riferimento per i suoi abitanti. La Pasticceria Moriondo, fondata dalla famiglia omonima, nasce nel 1946 e diventa presto famosa per la produzione degli Amaretti di Mombaruzzo. Dei dolcetti con zucchero, albume e mandorle, ancora incartati uno alla volta nel laboratorio artigianale dietro la pasticceria. Dichiarata Bottega Storica, qui vince la parola tradizione: croissant, brioche per la colazione, accanto ai grandi classici come mignon e torte. Grande spazio anche ai dolci regionali come i piemontesi baci di dama, i pugliesi sospiri di Bisceglie e a Natale le cartellate e gli struffoli.

Pasticceria Moriondo
Apri su Maps 0249441461 @dolzeto_milano

Dolzeto è una pasticceria d’ispirazione veneta in zona Isola, nonché terzo locale di Sandra Tasca veneziana già impegnata a far conoscere i prodotti tipici della sua città con Tàscaro e Ciopa. Dolzeto in dialetto veneto vuol dire dolcetto, e infatti si tratta di un laboratorio artigianale tutto incentrato su frolle, sfoglie e lievitati. Qui, nei pochi posti a sedere che ci sono intorno al bancone si possono gustare prime colazioni, pranzi e merende con cornetti caldi, torte da forno, biscotti e il principe della tradizione gastronomica veronese: il pandoro, che si può trovare tutto l’anno.

Dolzeto Milano

Poco distante dalla basilica di Sant’Agostino, Ofelé è un salotto aperto dal mattino fino al pomeriggio inoltrato. Nel fine settimana il brunch ha un menu dedicato, sul quale si trovano bagels e crostoni farciti. Anche durante la settimana, però, è possibile iniziare la giornata con English muffin (le focaccine rotonde della tradizione anglosassoni) serviti insieme a uova alla Benedict, avocado o prosciutto oppure con un pancake salato. Ce ne sono in moltissime versioni, alcune davvero particolari: l’impasto, infatti, è a scelta tra farina di grano saraceno, ceci, riso, lenticchie e piselli.

Il pancake al riso nere di Ofelé

Il nome viene dalle iniziali del suo giovane proprietario Matteo Trapasso, che a fine 2022 ha aperto questo micropanificio a Porta Venezia. Il più piccolo d’Europa: solo 9 (8,87 per la precisione) metri quadri dove impasta, realizza e vende i suoi panificati. Pochi prodotti ma ben fatti è la sua filosofia. Viste le dimensioni qui viene sfornata – per ovvi motivi con molta frequenza - una sola tipologia di pane al giorno, realizzato con lievito madre, che cambia a rotazione. E poi il pane in cassetta, dolci da forno semplici quasi casalinghi come la torta di mele o al cioccolato, e l’immancabile pizza alla pala che per la pausa pranzo viene anche farcita. La sua produzione ha influenze nordiche, per cui spesso si trova anche il rugbrød, un tipo di pane di segale a pasta acida. Al di là della tipologia, l’artigianalità e la qualità delle farine viene prima di tutto; infatti, qui si usano soltanto quelle biologiche certificate.

Trama-3