Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Venerdì, 19 Luglio 2024
Mappe

I migliori ristoranti dove mangiare vicino alla Stazione Centrale di Milano

Ristoranti gastronomici, bistrot, pizzerie, pasticcerie, trattorie, enoteche e indirizzi internazionali tra Stazione Centrale e Piazza della Repubblica. Ecco i nostri consigli in questa mappa

Uno dei simboli più rappresentativi di Milano è indubbiamente la Stazione Centrale, una struttura maestosa che ogni anno accoglie milioni di viaggiatori, sia per lavoro che per piacere. Non solo funge da principale punto d'accesso della città, ma ha anche stimolato la nascita di numerose attività ricettive e ristorative. Questo quartiere dinamico e vivace è un vero crocevia di stili e culture, arricchito dai moderni grattacieli del nuovo Centro Direzionale di Porta Nuova e dall'iconico Pirellone. Qui, l'atmosfera vibrante e cosmopolita si fonde con l'efficienza milanese, offrendo un'ampia gamma di esperienze culinarie. Mangiare vicino alla stazione quindi non significa più accontentarsi di un panino o un trancio di pizza scadente. Dalle pasticcerie ai bistrot che offrono pranzi gustosi, passando per pizzerie, gelaterie, trattorie che servono piatti della tradizione lombarda e i ristoranti di cucina internazionale. In questa guida, vi proponiamo una selezione dei migliori indirizzi tra Centrale e Piazza della Repubblica, per accompagnarvi dalla colazione al dopocena.

Moebius
Terra Gelato
Terrazza Gallia
Nepà
MU dimsum
Ta Hua
Frangente
Radio Rooftop Bar
Berberè Milano Centrale
Mercato Centrale Milano
Pizzium - Viale Andrea Doria
Nik's & Co.
Ristorante

Moebius

Negli spazi di quello che era un vecchio magazzino tessile è nato uno dei locali più belli di Milano, in stile industriale ma super curato. Il progetto è del giovane imprenditore senese Lorenzo Querci, che ha voluto creare non un ristorante, ma piuttosto uno “spazio d’intrattenimento gastronomico e culturale”. Il locale è suddiviso in tre ambienti: un cocktail-bar con un'eccezionale selezione di gin, un tapas-bistrot (Moebius Tapa Bistrot) attivo dalle 18 per aperitivi e cene, e un ristorante sperimentale (Moebius Sperimentale) che rappresenta il fiore all'occhiello dell’indirizzo. Quest'ultimo è situato in una suggestiva sala vetrata, sospesa nel cuore dell'edificio, offrendo una vista sul resto del locale. Con un approccio creativo e coinvolgente, lo chef Enrico Croatti propone tre menu degustazione: Terra (9 portate 120€), Mare (9 portate 120€) e Libertà con 12 portate a mano libera (180€). Moebius dovrebbe aprire a brevissimo anche una seconda sede in Scalo di Porta Romana.

Moebius
 

Gelateria

Terra Gelato

Alla guida della gelateria Terra c'è Gianfranco Sampò, affiancato dal maestro gelatiere Massimo Grosso e da Francesco Sampò. A completare il team, Tullio e Gianpaolo Frigo, che si sono uniti successivamente alla società. Un gruppo affiatato che condivide un unico obiettivo: creare gelati di altissima qualità, realizzati con trasparenza nei processi di lavorazione e un forte legame con il territorio. Il maestro gelatiere con un passato prestigioso che include un periodo al Vaticano, è il cuore pulsante della sperimentazione di Terra Gelato. Grosso infatti è impegnato nella ricerca e selezione di prodotti IGP e DOP provenienti da varie regioni italiane, garantendo così l'eccellenza degli ingredienti utilizzati. Troviamo circa una trentina di gusti diversi, di cui molti innovativi come il cioccolato fondente al tè nero affumicato Lapsang Souchong con pinoli sabbiati allo zafferano e sale di Maldon, e gastronomici come l'intrigante combinazione di gorgonzola e fave di cacao. Tra i must anche: tartufo, burro e alici, piselli e menta e Parmigiano Reggiano. Oltre a coni e coppette, ci sono semifreddi, granite, maxi cialda, zabaione e panettone gelato nel periodo natalizio.

Terra Gelato

Ristorante

Terrazza Gallia

Con una vista panoramica sulla città che abbraccia la Stazione Centrale, Terrazza Gallia è il rooftop al settimo piano dell’hotel di lusso situato in Piazza Duca D’Aosta. Un luogo elegante celebre non solo per i suoi aperitivi con ottimi cocktail da consumare nella zona bar (gli snack napoletani valgono la salita fino quissù!), ma anche per la cucina degli chef Vincenzo e Antonio Lebano. Fratelli originari della Campania, con un'importante esperienza formativa alle spalle sotto la guida tra gli altri dei fratelli Cerea, propongono una cucina che unisce la tradizione campana e mediterranea al gusto contemporaneo. La terrazza offre un'esperienza gastronomica completa disponibile durante tutto il giorno, grazie a un menu day dining pensato per un pranzo o uno spuntino leggero. Mentre a cena si può scegliere tra due menu degustazione: Mediterraneo in 10 passaggi (140€) e Alla scoperta da 8 portate (120€). Inoltre, è possibile provare i Paccheri alla “Vittorio” e la Cotoletta alla milanese, in omaggio ai piatti più iconici del ristorante di Brusaporto.

Terrazza Gallia a Milano

Pasticceria-Panificio

Nepà

Pasticceria vegana a pochi passi dalla Stazione Centrale di Milano. Si tratta della nuova sede aperta al pubblico di Fornovegano, attivo dal 2018 con consegne a domicilio. Nepà è un locale accogliente e colorato, con un’offerta dolce e salata che soddisfa ogni momento della giornata. Si parte al mattino con croissant, bun alla cannella, pain au chocolat, muffin, brownie, biscotti, torte, tartellette e maritozzi, insieme all’ottima caffetteria. Per la pausa pranzo invece, propongono bun farciti, focaccine, brioche salate, pizzette, sandwich, tortini salati e qualche piatto del giorno. Ovviamente tutto rigorosamente 100% plant based. La domenica dalle 11.30 alle 14.30 la formula brunch a 25€ con piatti dolci, salati, e bevande. Ottima anche la pasticceria mignon, le monoporzioni e le torte, disponibili durante tutta la giornata.

Nepà Milano

Ristorante

MU dimsum

Ristorante di cucina cinese contemporanea fondato da Suili Zhou, caratterizzato da un'atmosfera raffinata e super accogliente. L'offerta gastronomica si basa sull’unione di due anime: qui le autentiche tradizioni culinarie cinesi e in particolare cantonesi si mischiano (con successo) con tecniche e sapori contemporanei. Ampia e molto variegata la selezione di ravioli – da scegliere anche in combo - con ripieni che spaziano dall’anatra ai gamberi, dall’astice al pollo. Ma ci sono anche antipasti creativi come le Canocchie ubriache, marinate in salsa di soia e sakè giallo cinese, con peperoncino ed erbe aromatiche, e piatti tradizionali come baozi, zampe di gallina al vapore e cannelloni di riso in più versioni. È disponibile un menu degustazione da 8 portate (60€), che include imperdibili specialità come l’ottima anatra alla pechinese e le tagliatelle di riso fatte in casa al manzo. Per accompagnare il pasto, si può scegliere tra un'interessante selezione di tè serviti al tavolo secondo la tradizione, oltre a champagne e vini italiani.

MU dimsum-3

Ristorante

Ta Hua

Storico avamposto della cucina tradizionale cinese a Milano tra Repubblica e Centrale, fondato nel 1979 dal signor Shou e sua moglie Sucin. Oggi sono i figli a gestirlo preservandone l’autenticità originale e senza intaccare l’anima del ristorante che si caratterizza per un ambiente minimalista e allo stesso tempo molto curato, tutto in pietra e legno. Un luogo solido e affidabile dove provare le specialità classiche declinate alla maniera di Hong Kong. Si può scegliere in un ampio menu che contiene tutti i piatti cult: involtini primavera, panini al vapore, toast di gamberi, zuppe, noodles e riso con tantissimi condimenti diversi, ma anche omelette, piatti di carne e tantissime verdure. Qui si può assaggiare anche il tau-fu, una specie di formaggio di soia cucinato in più versioni, e l’anatra laccata alla pechinese su prenotazione. Piccola chicca aggiuntiva: dalla sala si vede il laboratorio a vista dove vengono preparati ravioli e dim sum.

Ta Hua

Ristorante

Frangente

Da Frangente, l'esperienza culinaria si trasforma in uno spettacolo a tutto tondo, dove è possibile godere della cucina in azione direttamente dal bancone. Situato a due passi da Piazza della Repubblica, il locale del talentuoso chef romagnolo Federico Sisti, offre un'esperienza gastronomica unica che mescola sapientemente le tradizioni lombarde con i sapori distintivi della Romagna, sia dal litorale che dalla campagna, il tutto reinterpretato in chiave contemporanea. Il menu si compone quindi di piatti sia di mare che di terra, come la Testina di maiale, crema di fagioli, ragù di cozze, il sempreverde risotto alla milanese con riso di Riserva San Massimo, passatelli con calamari e carciofi, o il Piccione al pepe verde, indivia belga.

Frangente Milano-2

Cocktail bar

Radio Rooftop Bar

All’ultimo piano dell'hotel Me Milan il Duca di Melià, c’è una terrazza con vista su Piazza della Repubblica e Porta Nuova che è uno dei luoghi ritrovo preferiti in città per trascorrere le serate estive. L'atmosfera è giovane e dinamica, animata spesso da dj set e musica dal vivo, ispirata ai rooftop delle grandi capitali mondiali. Qui si può venire da mezzogiorno al dopocena, approfittando di una proposta gastronomica d’ispirazione mediterranea con un tocco internazionale: dalla fresca ceviche di salmone al burger di wagyu. E per accompagnare l'esperienza culinaria una vasta selezione di cocktail.

Radio Rooftop Bar a Milano

Pizzeria

Berberè Milano Centrale

Berberé è il progetto nato nel 2010 dall'ingegno dei fratelli Matteo e Salvatore Aloe. Con una rete di oltre 20 pizzerie sparse in tutta Italia e persino a Londra, Berberé unisce l'artigianalità dei suoi prodotti con l'efficienza di una grande realtà imprenditoriale. E senza rinunciare alla qualità. A Milano 5 presenze, tra cui quella di Centrale tra le più longeve. Qui, la pizza viene fatta con lievito madre vivo, che è un po’ il manifesto dell’insegna, e prodotti freschi che variano anche stagionalmente. Lo stile di pizza di Berberè in effetti è particolarmente centrato: semplice e confortante, farcita con ottime materie prime, leggera e digeribile. Non mancano le opzioni speciali, come l'impasto “biodiverso”, una miscela multicereali composta da 8 farine e 4 semi selezionati con cura da Mulino Marino. Un ulteriore punto di forza è il prezzo particolarmente accessibile, con un range che va dai 6,5€ per una marinara ai 13€ per una pizza speciale. Completano l’offerta crostini, salumi e montanarine come antipasto, insalate servite con pane a lievito madre, dolci del maestro pasticciere Luigi Biasetto e sorbetti fatti in casa.

La pizza di Berberè, ph. Alberto Blasetti

Mercato

Mercato Centrale Milano

Il Mercato Centrale di Milano è un polo multifunzionale inaugurato nel 2021 che dà voce a diversi artigiani del gusto. Un ambiente dinamico, articolato su due piani, dove convivono 32 insegne tra botteghe dove fare la spesa e ristoranti, un laboratorio radiofonico, una scuola di cucina e lo “Spazio Fare” destinato a eventi, degustazioni, presentazioni e incontri. Su cosa assaggiare c’è l’imbarazzo della scelta: ci sono i panificati e i dolci di Davide Longoni, il gelato di Mara Dei Boschi, la focaccia ligure di Marco Bruni, i dolci di Vincenzo Santoro – maestro pasticciere de La Martesana - ma anche gli smash burger di Joe Bastianich e i ravioli cinesi di Agie Zhou della Ravioleria Sarpi. Il tutto da accompagnare ai cocktail di Flavio Angiolillo o i vini (600 etichette) dell’enoteca di Motelombroso che sono una novità. Questa insegna infatti, è l’ultima arrivata al Mercato Centrale e offre anche formaggi, salumi, toast e conserve, ma anche qualche piatto storico del ristorante.

Mercato Centrale Milano

Pizzeria

Pizzium - Viale Andrea Doria

Catena di pizzerie di tradizione napoletana. Oggi il Gruppo ha 49 locali in tutta Italia targati Crocca e Pizzium e ha annunciato la creazione di una propria farm in provincia di Napoli con l’obiettivo di autosostenersi e abbattere il food cost. Oltre alle proposte classiche, con le sue pizze regionali porta in viaggio i clienti attraverso le tipicità di ogni zona. Ad esempio la Friuli Venezia Giulia con pomodori pelati, fior di latte d’Agerola, prosciutto crudo San Daniele DOP e scaglie di Montasio DOP. Ci sono anche insalate e diversi tipi di bruschette come antipasti e qualche piatto semplice come parmigiana, cotoletta e polpette.

Lombardia — Pizzium
 

Cocktail bar

Nik's & Co.

Questo sofisticato bar milanese, con le sue pareti color smeraldo, il bancone in marmo e il pianoforte, si distingue per la sua miscelazione di qualità. Il menu delle bevande racconta la storia di Nik, un barista immaginario che ha navigato per il mondo, traendo ispirazione per i suoi cocktail da incontri con personaggi storici. Il menu quindi è una specie di diario di bordo che ci racconta un'epoca diversa tra Inghilterra, stati Uniti e Giappone. Nel 1970 Nik si trova a Londra dove i Pink Floyd ispirano il Dark Moon, con Altamura Vodka, acqua di zucca, cordiale alla mandorma e liquirizia; qualche anno più tardi dall’incontro con Steve Job’s nasce il drink Apple con Calvados, liquore Cadello, acquavite di mela e sidro di mela. Lo chef Paolo Bertin, seguendo una simile ispirazione globale, studia menu degustazione dalla cucina a vista, con ogni portata abbinata ai cocktail del bar. Ci sono infatti due percorsi di degustazione: Rocking da 6 patti e 6 drinks (100€) e Dancing con 3 piatti e 3 drinks (55€). Ci sono anche gli evergreen del locale, sia da mangiare che da bere che sono rimasti in carta da menu precedenti.

NIk's & Co
 

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento