Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Mappe

I migliori ristoranti, osterie, bar, pizzerie dove mangiare e bere al quartiere Isola di Milano

La lista per mangiare e bere bene a Isola: ristoranti internazionali, pizzerie, cocktail bar e pasticcerie. Ecco dove trovare i migliori

Isola è uno storico quartiere a nord di Milano che negli anni ha cambiato radicalmente la sua faccia. Da zona popolare e ai margini della città con il tempo è riuscita a diventare un nuovo polo attrattivo sotto tanti punti di vista. C’è Piazza Gae Aulenti, che ne ha ridisegnato i confini, il vicino BAM – Biblioteca degli Alberi ovvero il parco e grande progetto urbanistico voluto dal Comune di Milano, i grattacieli che hanno costruito il nuovo skyline.  Non da ultimo le numerose aperture che hanno costellato la mappa di Isola in un centro gastronomico che sposta i milanesi da ogni angolo della città. Ristoranti internazionali, cocktail bar, osterie tipiche, pasticcerie e forni di ultima generazione: in questa guida i migliori indirizzi per mangiare e bere bene a Isola.

Casa Ramen
Casa Ramen Super
Pastificio Ratanà
Meat Crew - Isola
Levante
Ape Cesare - Isola
Dolzeto
Porcobrado
The Botanical Club
Ratanà
Afterlove
Ciopa
Berberé - Isola
Artico - Isola
Tondo Forno Artigiano
Café Gorille
Masayume
Section80Bar
Ristorante

Casa Ramen

Casa Ramen è stato aperto nel 2013 da Luca Catalfamo che dopo aver lavorato nelle cucine di Stati Uniti, Australia e Inghilterra, decide di tornare a Milano e aprire un ramen bar nel quartiere Isola. Un successo immediato per quello che è diventato uno dei migliori ramen della città, raddoppiando con la vicina insegna di Casa Ramen Super. Brodo di maiale e noodles sono i protagonisti in carta: c’è il King Tonkotsu con chashu (pancia di maiale brasata), kakuni, cipollotto, menma (germogli di bambù fermentati) e mayu (olio di aglio bruciato); oppure il Veggy Local Ramen con brodo di verdure e alga kombu, noodles fini, verdure, cipollotto, olio allo yuzu (dai 14 ai 16€). Ci sono anche piatti senza brodo e i mitici bao, i panini orientali farciti (4-8€).

Casa Ramen. Il ramen migliore di Milano ora apre in Svizzera

Ristorante

Casa Ramen Super

Fratello minore di Casa Ramen, questo locale è stato aperto nel 2017 a pochi metri di distanza dal primo. L’intenzione è sempre quella di portare la cucina autentica del Giappone, ampliando leggermente la proposta. Quindi oltre ai classici ramen in brodo anche altri piatti che ricordano quelli delle classiche izakaya giapponesi. Le autentiche trattorie dove si preparano ricette casalinghe come il tonkatsu, ovvero la super cotoletta giapponese con salsa teriyaki, insieme a piatti fusion di carne e di pesce (18-19€), bao (10-12€), snack (7-15€) e dessert.

Casa Ramen Super

Negozio-Bottega

Pastificio Ratanà

Il Pastificio Ratanà è il regno della pasta fatta a mano creato dal celebre chef milanese Cesare Battisti, che non molto distante lavora nel suo Ristorante Ratanà. Ogni giorno qui si lavora la pasta fresca con diverse forme e condimenti al suo interno: tagliatelle, cappelletti, bigoli, ravioli, tortellini. Ma c’è anche di più. Il Pastificio Ratanà è infatti un luogo con ben tre anime diverse. Laboratorio di produzione di pasta fresca, gastronomia dove trovare piatti tipici della tradizione e negozio di quartiere. Dietro trovate i due collaboratori dello chef: Fabio Stella e Tonia Ricciardi.

Pastificio Ratanà

Street Food

Meat Crew - Isola

Secondo locale dell’influencer e content creator Mocho, diventato famoso sui social per le sue recensioni che hanno come protagonista il cibo americano. Poi l’avventura imprenditoriale con il primo locale aperto in Viale Bligny e a dicembre 2023 il bis nel quartiere Isola. Il regno dello smash burger dove provare mostri sacri come il Mac’n’Cheese Burger con i maccheroni al formaggio (14,50€ solo panino) o il Chili Double Smash con pico de gallo e spicy cajun chili (15,50€ solo panino). Non mancano ovviamente altre specialità targate USA: come il Pastrami Sandwich (19€) o il Pulled Pork (13,5€).

Meat Crew, il secondo store in Via Carmagnola 13

Enoteca-Winebar

Levante

Una vineria tra Isola e Zara che prende ispirazione dai piatti del Mediterraneo, da sempre crocevia di popoli e culture diverse. Infatti i piatti di Levante omaggiano questa diversità con un viaggio gastronomica tra Grecia, Calabria, Spagna ma anche Marocco e Libano. Suvlaki di agnello (6,50€), pita pipi e patate (9€), polpette mediterranee (6€) e salumi e formaggi italiani (10€). Il vino non è da meno, e ciclicamente vengono organizzate delle degustazioni guidate alla scoperta delle migliori referenze tra naturali e biologici.

Levante Milano

Street Food

Ape Cesare - Isola

Nato dall’idea di Alessandro Favola nel 2016 come food truck che distribuiva supplì in giro per Milano, Ape Cesare ora vanta ben tre punti vendita. Uno dentro Sidewalk Kitchens, in Via Bonsevin della Riva, uno in Certosa District e poi in Isola. Tutto parla romano, soprattutto il menu che si basa sui caposaldi dello street food capitolino: supplì (3€), primi piatti come carbonara e cacio e pepe (10€), panini (8-12€) e altri sfizi fritti a seconda della stagione come carciofi, fiori di zucca, puntarelle e cicoria.

Ape Cesare_Food_ph Federico Bontempi_09

Pasticceria-Panificio

Dolzeto

Dolzeto è una pasticceria d’ispirazione veneta in zona Isola, nonché terzo locale di Sandra Tasca veneziana già impegnata a far conoscere i prodotti tipici della sua città con Tàscaro e Ciopa. Dolzeto in dialetto veneto vuol dire dolcetto, e infatti si tratta di un laboratorio artigianale tutto incentrato su frolle, sfoglie e lievitati. Qui, nei pochi posti a sedere che ci sono intorno al bancone si possono gustare prime colazioni, pranzi e merende con cornetti caldi, torte da forno, biscotti e il principe della tradizione gastronomica veronese: il pandoro, che si può trovare tutto l’anno.

Dolzeto Milano

Street Food

Porcobrado

Porcobrado è il locale nato dall’idea di Angelo Polezzi, allevatore e proprietario di un’azienda agricola in Toscana. Tutto è partito da un progetto su ruote: infatti Porcobrado nasce come food truck che va in giro per eventi e festival specializzato in panini ripieni di carne di cinta senese.  Una rapida espansione che l’ha portato ad aprire diversi punti vendita in Italia e in Germania, tutti in formula franchising. Nel ristorante di Isola troverete succulenti rosette di grano verna stracolme di carne lavorata per più di 100 ore, in versione classica o con l’aggiunta di salse home made.

Porcobrado

Cocktail bar

The Botanical Club

The Botanical Club nasce nel 2015 dall’idea di Alessandro Longhin e Davide Martelli. Si tratta di un cocktail bar con bistrot dove è presente anche una micro distilleria al suo interno. Il locale di Isola infatti è stato precursore dei tempi, uno dei primi bar a veicolare la cultura del gin in città. A quasi 10 anni di vita The Botanical Club continua a essere un luogo dove passare una serata dall’aperitivo al dopo cena abbinando i piatti d’ispirazione fusion ai cocktail del locale. Il menu infatti ha una forte influenza asiatica e sud americana: gamberi & calamari fritti (15€), papas novelle con mayo piccante (7€), catalana di calamari a la plancha, pomodoro sardo, sedano e cipolla rossa (14€).

the_botanical_club_milano

Ristorante

Ratanà

Quando si vuole mangiare un ottimo risotto a Milano si va da Ratanà, ristorante dello chef Cesare Battisti. Un asso nella cucina milanese in chiave contemporanea che correda di materie prime di estrema qualità. Il menu è sempre diverso e cambia ciclicamente con le stagioni e con la reperibilità sul mercato. Durante le belle giornate si può mangiare anche nel giardino esterno, circondati da orti didattici e guardando direttamente il Bosco Verticale di Stefano Boeri. Scontrino medio sui 60€. 

Il risotto Vecchia Milano di Ratanà

Cocktail bar

Afterlove

Luci al neon, specchi, colori fluo. Così si presenta Afterlove il cocktail bar nel quartiere Isola. Le ricette e il concept sono stati studiati e sviluppati da Tommaso Regondi, proprietario del locale, e Milo Occhipinti art director del progetto, già fondatore dell’apprezzato cocktail bar Unseen in zona Lambrate. Oltre alla cocktail list che esprime uno stile di miscelazione contemporaneo e immediato, sarà possibile trovare anche drink serviti alla spina. C’è anche una piccola proposta gastronomica: tacos, samosa, e piccoli piatti dai sapori internazionali da condividere dall’aperitivo al dopo cena. 

Afterlove

Pasticceria-Panificio

Ciopa

Ciopa è l’altro locale di Sandra Tasca in Isola, un panificio di quartiere aperto nel 2022. Anche qui, come da Dolzeto e Tascaro, l’ispirazione è tutta veneta, regione d’origine dell’imprenditrice. Infatti con il termine ciopa in dialetto locale si indica il pane di forma tonda o a croce, tipico di queste zone. Dunque un forno di quartiere, piccolo e accogliente, dove trovare appunto la ciopa preparata con farina monocultivar, ma anche ciopete di grano duro, cichéti di grano tenere e lievito madre vivo, ciabatte, pan piuma e pan frutto. Completano l’offerta biscotti dolci e salati, e pizze alla pala farcite con ingredienti di stagione.

Ciopa

Pizzeria

Berberé - Isola

Berberé è una catena di pizzerie nate a Bologna nel 2010 dall’idea dei fratelli Matteo e Salvatore Aloe. Conta più di 20 pizzerie in tutta Italia, nonché a Londra, capaci di coniugare prodotti di qualità con i numeri di una grande macchina imprenditoriale. A Milano, oltre ai ristoranti in zona Navigli, Centrale, Porta Romana e Colonne, potete provare la loro pizza anche in Isola. Una pizza artigianale creata con lievito madre vivo, realizzata con prodotti freschi, leggera e gustosa. Ci sono anche quelle con impasti speciali come il Biodiverso, impasto multicereali realizzato con 8 farine e 4 semi diversi selezionati da Mulino Marino. I prezzi sono contenuti: dai 6,5€ per una marinara ai 10,5€ pe runa pizza speciale.

La pizza di Berberè, ph. Alberto Blasetti
 

Gelateria

Artico - Isola

Una gelateria nata a Novara e ben presto spostatasi anche a Milano dove oltre alla sede in Isola, conta anche quelle in Città Studi e Duomo. Artico prende forma nel 2012 dall’idea del commercialista napoletano Fabrizio Fioretti e le famiglie Poloni e Matrone. C’è anche una scuola che forma i gelatieri del futuro, gestita da Maurizio Poloni professionista del settore da più di 40 anni, che segue insieme a uno staff di docenti l’Artico Scuola di Via Gian Antonio Boltraffio 11. Oltre ai gusti tradizionali anche quelli più creativi e contemporanei come strudel, e una vasta selezione di cioccolati e gelati vegani.

Il gusto alla Mandorla Pugliese da Articol Gelateria

Pasticceria-Panificio

Tondo Forno Artigiano

Tra i migliori forni della città Tondo Forno è un panificio di quartiere aperto nel 2020. Titolare è Silvia Cancellieri, che proprio qui in Isola è riuscita a creare un punto d'eccellenza per gli amanti della cultura del pane artigianale. Un piccolo locale dove c'è il laboratorio a vista e il bancone dove poter comprare prodotti tipici da forno: pane di diverse pezzature, crostate, biscotti, ma anche pizze e focacce. Tutto viene fatto con farine provenienti da filiere agricole certificate biologiche e macinate a pietra, nonché ingredienti di piccoli produttori locali come per le verdure. 

Tondo Forno

Osteria-Bistrot

Café Gorille

Bistrot, caffetteria, cocktails e vineria: Café Gorille è uno dei locali che hanno trainato la rinascita di Isola. Si trova proprio sotto il Bosco Verticale, all'interno di un vecchia casa di ringhiera milanese di fine '800, di quelle con ancora i mattoncini rossi a vista. Café Gorille è aperto dalla colazione fino al dopocena: ci si passa per la colazione, in pausa pranzo, fino all'aperitivo e un po' oltre. I piatti sono semplici e accontentano un po' tutti i gusti: primi come lunguine al pesto di pomodorini secchi (17€), burger di fassona (17€), tagliata di Black Angus (28€), con un servizio veloce e cordiale. 

Cafè Gorille

Osteria-Bistrot

Masayume

Masayume è un'izakaya e ramen bar nel cuore del quartiere Isola. Quello che si vuole far vivere è la tipica esperienza della trattoria giapponese dove trovare piatti semplici e genuini. L'ambiente è spiccatamente nipponico, ricorda le ambientazioni del Giappone pop e futurista: luci scure e rosse, banconi in legno che guardano la cucina e qualche tavolino solo per pochi coperti. Il menu inizia con dei piccoli antipasti, ovvero gli otsumami: il karaage di pollo fritto (9€), le crocchette di patate e verdure con maionese e salsa tonkatsu (9€). Poi gyoza (9-10€), katsusando  con vitello (18€), e ramen condito con diversi ingredienti (16€).

Masayume Milano

Cocktail bar

Section80Bar

Uno spazio aperto alla creatività, dove leggere libri, guardare proiezioni tematiche, ascoltare musica e ovviamente fermarsi per un cocktail o un calice di vino. Section80Bar è infatti il bar dell'omonima casa di produzione milanese, nota in città per diversi lavori in campo video, aperto a febbraio 2024. Un luogo aperto alla socializzazione grazie anche ai numeri live, serate di cinema, e al book shop creato insieme ad Edicola 518 di Perugia. La carta vini è composta da 40 referenze tra piccoli e medi produttori, da accompagnare con piccoli snack. Ravanelli al burro salato (3,5€), ostriche del Delta (5€ ognuna), panini (5€), pan tranvai (6€), oltre ai classici della miscelazione italiana.

Section80bar Milano

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento