Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Cibo

“Le api stanno meglio in città che in campagna”. A Milano nascono oasi urbane in pieno centro

È il progetto di Santagostino, rete di poliambulatori e centri medici specialistici, insieme a 3Bee azienda che offre soluzioni tecnologiche di rigenerazione urbana. Si tratta di tre aree ecologiche in Piazza Sant’Agostino a Milano con arbusti, piante e fiori per gli insetti impollinatori

Un progetto che cerca di unire salute e benessere dei cittadini e rigenerazione urbana, a partire dalla creazione di corridoi ecologici nella città di Milano. È l’impegno che vede coinvolti due partner solo all’apparenza distanti: Santagostino, la rete di poliambulatori specialistici del Gruppo Unipol, e 3Bee società che sviluppa tecnologie per il monitoraggio, la tutela e la rigenerazione della biodiversità. Insieme per lo sviluppo di tre oasi fiorite, con piante e arbusti nettariferi nel cuore della città di Milano.

Piazza Santagostino a Milano

La partnership tra Santagostino e 3Bee per la rigenerazione di Milano

Partendo dall’analisi dei cambiamenti climatici, resi evidenti anche dai continui fenomeni atmosferici come caldo e piogge torrenziali, che si è pensato di agire all’interno di alcune zone del capoluogo lombardo. “L’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA) ha messo in luce come Milano stia diventando un epicentro di fenomeni estremi e di sfide che vanno affrontate dal basso” leggiamo in una nota inviata dal Centro Santagostino. E tra le cause che portano a questo impoverimento ambientale è proprio la mancanza di zone ecologie e verdi, che possono aiutare a migliorare la qualità dell’aria e le condizioni atmosferiche.

Un progetto di Santagostino e 3Bee

Così Santagostino, rete fondata nel 2009 e con sedi in tutta Milano, ha scelto 3Bee per portare avanti questo progetto, grazie all’elevata specializzazione che mette in campo. “Le nostre tecnologie ci consentono di studiare quotidianamente il fenomeno della perdita di biodiversità nelle aree urbane e di elaborare soluzioni con l'obiettivo di renderle più resilienti” spiega Niccolò Calandri, CEO di 3Bee.

La oasi urbane in Piazza Sant’Agostino a Milano

La partnership parte dalla piazza storica dove si è sviluppato il primo ambulatorio della rete. Piazza Sant’Agostino. Tre aree di passaggio dove si sono messi a dimora arbusti nettariferi per favorire l’attività degli impollinatori e la biodiversità. Piante, arbusti, fiori, selezionati per diventare casa di insetti come farfalle, bombi, api selvatiche e coleotteri. Preziosi alleati della biodiversità nonché indicatori naturali del benessere ambientale di una determinata zona. Infatti è grazie a questi insetti che si misura in maniera tangibile la qualità dell’aria e il benessere generale di un ecosistema, soprattutto urbano.

Le api, indicatori di biodiversità

Non tutti sanno che infatti le api e gli altri impollinatori sono degli indicatori ambientali formidabili. E la città è l’ambiente perfetto per l’ape che in campagna non riesce più a trovare fiori a causa dell’agricoltura intensiva. Non a caso il fenomeno degli apiari urbani si sta allargando a macchia d’olio, come lo testimonia anche la recente installazione di alcune arnie sui tetti di questo ristorante a Napoli. A Milano le oasi verdi sono entrate a regime, le aiuole sono pronte e gli arbusti stanno crescendo per avere in poco tempo un’area ambientale rigenerativa.

Leggi il contenuto integrale su CiboToday

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento