Cleaning day con i boy scout in via De Amicis

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Domenica 19 ottobre dalle ore 14.00 alle ore 16.00 c'è stato un importante cleaning in via De Amicis (Istituto Scolastico Orsoline), organizzato dall'Associazione Nazionale Antigraffiti insieme ai boy scout. Questo trentesimo evento è stato la sesta tappa della staffetta del decoro urbano dei mesi di settembre e ottobre, organizzata dall'Associazione Nazionale Antigraffiti, che porta il "testimone" in giro per Milano.

35 volontari del gruppo 17 Scout Milano, tra i 12 e i 18 anni armati di rulli e pennelli hanno cancellato oltre 400 scritte vandaliche dai muri dell'Istituto Scolastico delle Orsoline, muri sui quali è anche posta la lapide murata sulla casa che ha preso il posto di quella abitata nel 1353-1358 da Francesco Petrarca.

L'evento di rimozione delle scritte vandaliche è avvenuto nel giorno di festa del gruppo scout Milano 17 che ha la sede proprio presso la parrocchia di Sant'Ambrogio e vuole essere il punto di partenza di altre e future iniziative da parte dei boy scout milanesi di cancellazione di imbrattamenti.

Sono stati proprio i ragazzi degli Scout a voler parlare di writing vandalico, attraverso una lezione tenuta dai volontari dell'Associazione Nazionale Antigraffiti nel mese di aprile. Dal percorso teorico si è oggi passati a una lezione pratica sul territorio.

"Obiettivo di questi speciali eventi di clean-up - affermano Andrea Amato e Fabiola Minoletti della Associazione Nazionale Antigraffiti - è di cominciare ad entrare in contatto con la realtà dei ragazzi per renderli sensibili fin da giovani al rispetto e al decoro della nostra città."

Il gruppo 17 degli Scout Milano ha affrontato il costo delle vernici e l'Associazione Nazionale Antigraffiti i costi dei materiali.

Torna su
MilanoToday è in caricamento