Mercoledì, 23 Giugno 2021
MilanoToday

Confsal Unsa, M. Battaglia: "a Milano dichiarato stato di agitazione"

Confsal Unsa: a Milano dichiarato stato di agitazione e astensione da straordinario. I lavoratori giudiziari sono allo stremo delle forze.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Confsal Unsa: a Milano dichiarato stato di agitazione e astensione da straordinario. I lavoratori giudiziari sono allo stremo delle forze.

Si è svolta venerdì 15 maggio a Milano, presso il Salone Valente, la nevralgica assemblea dell'Unione Nazionale dei Sindacati Autonomi (Unsa), un incontro destinato a far luce sulle allarmanti condizioni in cui versano i lavoratori giudiziari.

Nel corso della vitale adunanza e della correlata manifestazione pacifica la Confsal Unsa, prima organizzazione sindacale rappresentativa nel Ministero della Giustizia, ha evidenziato le nefaste problematiche occupazionali dei dipendenti del Tribunale di Milano, ponendo l'accento, in particolare, sull'incremento delle misure di sicurezza, sulla valorizzazione del personale del Dicastero giudiziario e sull'angosciante e deleterio blocco dei contratti collettivi (fermi ormai dal lontano 2009).

Alla fine del suggestivo ed animato evento, i dipendenti del Palazzo di Giustizia meneghino hanno proclamato lo stato di agitazione e l'astensione dal lavoro straordinario. Per il Tribunale di Milano, dunque, si profila all'orizzonte un preludio d'estate, a dir poco, rovente.

La Federazione Confsal Unsa è chiamata, oggi più che mai, ad una missione strategica: condurre una lotta rigorosa e persistente al mancato rispetto delle regole poste a tutela del lavoro e dei lavoratori del comparto ministeriale, giunti ormai allo stremo delle forze.

Il Segretario Generale

Massimo Battaglia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confsal Unsa, M. Battaglia: "a Milano dichiarato stato di agitazione"

MilanoToday è in caricamento