Martedì, 15 Giugno 2021
MilanoToday

Terremoto: finita la fase acuta dell'emergenza sanitaria Croce Maria Bambina rientra ma con una promessa...

Croce Maria Bambina rientra dalle zone colpite dal terremoto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Domenica mattina alle ore 4,30 dopo 4 giorni di missione i nostri equipaggi sono rientrato a Milano.

Croce Maria Bambina ha avuto l'onore di essere l'unica associazione volontaria di primo soccorso (sanitario) della Lombardia presente nell'area colpita dal terremoto (Amatrice).

Nonostante le sterili polemiche nate all'interno di Fvs (ente di cui fa parte Croce Maria Bambina), la nostra associazione ha saputo dimostrare, con grande professionalità, alle popolazioni colpite la solidarietà di cui è capace la nostra regione.

I nostri volontari hanno operato in un ambito difficile, dove la convivenza con scosse di assestamento, disagi nello spostamento sul territorio e soprattutto il confronto quotidiano con il dolore delle persone che hanno perso tutto, si è fatto di giorno in giorno più stringente. Nelle ultime ore il nostro operato si è concentrateo su fasi di normalizzazione del soccorso alle persone.

La fase di emergenza sanitaria, intesa come primo soccorso alle persone colpite, è terminata sabato intorno alle 15.45 ed una volta ultimato lo smontaggio del nostro campo operativo, i nostri equipaggi sono ripartiti alla volta di Milano.

Le persone sfollate che i nostri equipaggi hanno incontrato sul territorio colpito, oltre al dolore del momento hanno espresso grande preoccupazione per quello che succederà nei prossimi mesi, di cosa dovranno fare quando l'inverno si farà sentire pungente e come dovranno organizzarsi per costruire un futuro che oggi appare incerto.

Nelle prossime settimane ci sarà un incontro in associazione per condividere l'esperienza fatta e per decidere le azioni da intraprendere quando i riflettori si saranno spenti, ci siamo presi l'impegno con le persone incontrate di non dimenticare, e per noi questo impegno ha valore quanto il nostro lavoro quotidiano a favore della popolazione.

Un grazie di cuore ai nostri equipaggi impegnati: "Marco Ramellini, Katia Yaddaden, Danele Pizzi, Stefano Palieri, Lorenzo Terzi e Rebecca sacchetto" ed un grazie di cuore a chi ha supportato anche economicamente la nostra missione.

Infine ci fa piacere ricordare lo spirito che ha sempre guidato Croce Maria Bambina con le parole scritte molti anni fa dalla fondatrice Franca Guanziroli:

"Quando sali su una ambulanza non pensare di che croce sei, che macchina hai, che servizio stai facendo, se hai la sirena o no, pensa solo che stai trasportando una persona che soffre e in quel momento ci sei tu vicino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto: finita la fase acuta dell'emergenza sanitaria Croce Maria Bambina rientra ma con una promessa...

MilanoToday è in caricamento