C'è un'emergenza? D'ora in poi chiamate solo il "112"

Anche la Lombardia si adegua alle direttive europee sul numero d'emergenza unico: il 112. Vengono accorpati, così, pompieri, ambulanza, polizia e carabinieri. Da gennaio 2012

Alla fine, sarà come chiamare sempre i carabinieri. Dal prossimo primo gennaio, infatti, in Lombardia ci sarà un numero unico per tutte le emergenze, il 112. Addio quindi al 113 della polizia, al 118 per chiamare un'ambulanza, al 115 per i vigili de fuoco e anche al numero dei vigili urbani.

Dopo un anno di sperimentazione in provincia di Varese e in alcune cittadine vicine, ora il nuovo servizio - previsto dalle direttive europee - si estende a tutta la Lombardia con la possibilità di introdurlo entro la fine dell'anno in altre Regioni. Della fattibilità è convinto il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, che oggi ha firmato un accordo sul numero unico con il presidente della Lombardia Roberto Formigoni. La Regione metterà a disposizione il personale del call center, il Viminale le tre sedi del nuovo numero unico (una a Milano, una a Varese che servirà l'area pedemontana, e una a Brescia con competenza anche sulle province lungo il Po).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immediatamente partirà un gruppo di lavoro per dare operatività all'accordo. "E' una sperimentazione in attuazione delle direttive europee - ha spiegato il ministro - per definire un modello per l'Italia da esportare in tutte le Regioni". Nel primo anno al numero unico sono arrivate 430 mila chiamate. "Il lavoro di filtro del call center laico - ha sottolineato Formigoni - ha scremato il 50% degli interventi". Il risultato è che negli altri casi l'intervento è stato "rapido ed efficace - ha aggiunto - con un sensibile miglioramento". A questo vantaggio, poi, si aggiunge quello del risparmio. "In Lombardia c'era una centrale di polizia, carabinieri e vigili del fuoco in ogni provincia - ha osservato Maroni - questo fa 33 centrali, senza contare quelle del 118. Così invece si passerà a tre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

  • Milano, violenza sessuale al Parco Nord: ragazza 20enne stuprata in una notte d'orrore

  • Mega rissa a colpi di cestelli al supermercato perché non indossano la mascherina: il video

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento