rotate-mobile
Cronaca Trezzano sul Naviglio

Violazioni norme anti covid, chiusi 24 locali a Milano e hinterland

A deciderlo il prefetto Renato Saccone all'esito di alcuni controlli della polizia

Non rispettavano le norme anti contagio stabilite dal Governo. Per questo 24 locali - tra ristoranti, bar, alimentari e parrucchieri - sono stati chiusi. A deciderlo, dopo alcuni controlli sul rispetto delle regole anti covid, il prefetto di Milano Renato Saccone.

In particolare, con il provvedimento è stata disposta la chiusura per cinque giorni di 10 bar, 6 ristoranti/pizzerie, un bar tavola fredda, 5 esercizi alimentari di vicinato e due parrucchieri nel Comune di Milano e in quelli di Bresso, Cesano Boscone, Corsico, Legnano, Nerviano, Paderno Dugnano e Trezzano sul Naviglio.

Domenica la polizia aveva chiuso un ristorante dopo che durante un controllo erano stati trovati 25 clienti seduti al tavolo nonostante fosse ancora in vigore la zona arancione. A fine gennaio, invece, sempre per aver violato i divieti per contenere la pandemia a Milano la polizia locale aveva chiuso cinque locali e multato 58 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violazioni norme anti covid, chiusi 24 locali a Milano e hinterland

MilanoToday è in caricamento