rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Inceneritore a Milano sud? No grazie, siamo già congestionati

Parlano i sindaci di Milano sud che si sono già mobilitati contro il nuovo inceneritore proposto da Palazzo Marino. "Qui mancano le infrastrutture e l'area è congestionata", dicono. E per il 24 aprile hanno organizzato il "No Day"

 

La manifestazione del 12 aprile scorso

Continua la protesta da parte dei Comuni del Sud Milano in merito alla proposta presentata da Amsa alla Regione di portare un termovalorizzatore al confine tra Rozzano ed Opera. Il 12 aprile scorso, presso l'abbazia di Mirasole, i primi cittadini di Rozzano, Locate Triulzi, Pieve Emanuele ed Opera hanno camminato con la fascia tricolore dallo storico complesso degli Umiliati fino all'area in cui dovrebbe sorgere il nuovo impianto di incenerimento dei rifiuti. Qui, hanno simbolicamente piantato un piccolo acero rosso. Adesso, a meno di un mese di distanza, i sindaci tornano a far battaglia.


Il 24 aprile infatti alle ore 15 presso l'area circense di Opera in Via Marcora è stata organizzata dall'amministrazione operese il "No Day", una manifestazione che coinvolgerà migliaia di cittadini pronti a dire no all'inceneritore in un'area, tra l'altro, facente parte del Parco Agricolo Sud Milano. Alla giornata di protesta di sabato parteciperanno anche i comuni di Rozzano, Pieve Emanuele, Locate, Basiglio, Casarile, Cernusco sul Naviglio e Lacchiarella.


"Non siamo contrari a priori alla realizzazione di un inceneritore nella provincia di Milano ma certamente il luogo più idoneo per un impianto di questo genere non è il Parco Agricolo - commenta Massimo D'Avolio, sindaco di Rozzano. Questa ipotesi è il frutto della politica autonoma del Comune di Milano che, attraverso le sue aziende, pretende di realizzare questo intervento senza concertarlo con gli Enti Locali interessati". Sul palco del "No Day" ci saranno anche l'affermato gruppo rock degli Oxxxa, il cantante dodicenne Simone Frulio, nuova rivelazione della trasmissione "Io Canto"di Jerry Scotti, e direttamente dalle file di Zelig il comico Diego Parassole, meglio conosciuto come "Pistolazzi".

 

I sindaci di Rozzano, Locate Triulzi, Pieve Emanuele, Opera

Il Sindaco di Opera, Ettore Fusco, ha già chiesto un incontro con i vertici per una conferenza di servizio e in merito al piano rifiuti della Provincia di Milano, ha scritto alle istituzioni. Una istanza per rivedere il piano rifiuti inviata a Guido Podestà, Presidente con delega all'Ambiente, al Presidente della Commissione Ambiente Marco Paoletti e per conoscenza al Governatore Roberto Formigoni. Il nuovo documento sull'immondizia, per Ettore Fusco, deve necessariamente tenere conto delle nuove condizioni, alla luce delle variazioni del fabbisogno provinciale.

  Il 24 aprile alle 15 c'è il No day in via Marcora ad Opera  


"Non è pensabile - ha detto il sindaco di Pieve Emanuele Rocco Pinto - realizzare il progetto di Amsa nel sud Milano. Primo perché mancano le infrastrutture, poi perché la zona già soffre moltissimo per il traffico cittadino. Ricordiamo infatti che due nodi importanti che collegano alla città sono Via Ripamonti e via Dei Missaglia, già altamente congestionate. Stiamo poi parlando di un'area agricola: ci sarebbe un inceneritore vicino alle produzioni. Penso non solo che ci siano luoghi migliori rispetto al Sud Milano, ma anche che bisognerebbe considerare altre valide alternative, come l'aumento della raccolta differenziata e la sensibilizzazione della gente al problema rifiuti. Per esempio, nel mio Comune è in vigore un premio: riduzione del 10% sulla tassa dei rifiuti per tutte le famiglie che applicano correttamente la raccolta. Recentemente abbiamo poi attivato gli Eco Point".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore a Milano sud? No grazie, siamo già congestionati

MilanoToday è in caricamento