menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il "Silla 2" a Figino: uno degli impianti che passa a A2A Ambiente

Il "Silla 2" a Figino: uno degli impianti che passa a A2A Ambiente

Nasce A2A Ambiente: Amsa si concentra su raccolta rifiuti

Gli impianti passano alla nuova azienda, controllata interamente da A2A: obiettivo espandersi all'estero

E' ufficialmente nata A2A Ambiente, la più grande azienda italiana nel settore per volume d'affari generato. Controllata al 100% da A2A, è attiva nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti, nella raccolta, trattamento, riciclo e smaltimento rifiuti con recupero di energia elettrica e calore. Avrà 600 dipendenti diretti, che salgono a più di 4mila contando le società controllate.

Si è conclusa la fase di riassetto dell'organizzazione degli impianti: A2A Ambiente ha ora i grandi impianti di trattamento e smaltimento. Entro il 2013 si concluderà la fase di semplificazione di tutto il gruppo A2A: le partecipazioni in Amsa, oltre che in Apria e in Partenope Ambiente, verranno conferite ad A2A Ambiente.

Tutti manager interni sono i componenti del consiglio d'amministrazione di A2A Ambiente. All'estero la società è presente in Inghilterra, Spagna e Grecia ma punta a nuovi mercati. Tecnicamente, gli impianti di Amsa e Aprica sono stati trasferiti per scissione a Ecodeco che successivamente ha mutato ragione sociale in A2A Ambiente. Tuttavia Amsa e Aprica continueranno ad operare, con i loro marchi, nell'igiene urbana con i comuni clienti, che sono circa 160. Amsa e Aprica conferiranno i rifiuti ad A2A Ambiente che li tratterà e si occuperà della loro valorizzazione energetica, ad esempio con il teleriscaldamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento