Milano, accoltellano 16enne per lite nata sui social dopo il calcetto: 4 ragazzini arrestati

La polizia arresta quattro minori, tra loro anche un 15enne già arrestato per 7 rapine mercoledì: sono accusati di concorso aggravato in tentato omicidio e lesioni personali gravi

Repertorio

Si erano incontrati in strada per 'chiarirsi' dopo una lite nata sui social probabilmente dopo una partita di calcetto, com'era emerso subito dopo l'aggressione. Quel faccia a faccia però si era trasformato velocemente in una sorta di raid punitivo dove alcuni ragazzini armati di bottiglie, cinghie e un coltello avevano massacrato altri minori. In particolare un 16enne, era stato accoltellato.

Ora, a sette mesi di distanza, la polizia ha arrestato per tentato omicidio e lesioni personali gravi in concorso quattro minorenni. Tre ragazzi nordafricani, tutti 17enni. Sono stati rintracciati dai poliziotti venerdì mattina presso i loro domicili milanesi e portati al Beccaria. Il quarto era già lì. È il 15enne tunisino arrestato mercoledì dai poliziotti del Commissariato Garibaldi Venezia in quanto ritenuto responsabile di sette rapine a minori in zona Porta Venezia, commesse durante i mesi invernali nonostante fosse già all'interno di una comunità.

Il blitz con coltelli e bottiglie dopo una lite sui social network

A ricostruire quanto accaduto l'11 gennaio nel parchetto tra via Caduti di Marcinelle e via Rubattino e le successive indagini è la questura. In quell'occasione due gruppi di ragazzini si erano incontrati per chiarirsi dopo un'accesa discussione nata sui social. Quando sembrava tutto risolto e i due gruppetti si stavano separando, come se tutto fosse stato un piano architettato per vendetta, alcuni ragazzi si erano diretti verso i minori dell'altro gruppo e, con un pretesto, avevano iniziato a picchiarli e colpirli con cocci di bottiglia e un coltello. 

Quel sabato sul posto erano arrivati i poliziotti delle volanti del Commissariato Lambrate. Gli avevano trovato in via Caduti in Missione di Pace due ragazzi con ferite lievi, medicati sul posto dal personale del 118 e un terzo minore che, invece, era stato ricoverato al San Raffaele in gravi condizioni a causa di una ferita d'arma da taglio alla schiena. Dalla ricostruzione dei fatti, operata dagli agenti dal Commissariato mediante una meticolosa attività in strada, è emerso il quadro completo dell'aggressione. E, soprattutto, sono venuti fuori i nomi dei violenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento