Milano, accoltellano 16enne per lite nata sui social dopo il calcetto: 4 ragazzini arrestati

La polizia arresta quattro minori, tra loro anche un 15enne già arrestato per 7 rapine mercoledì: sono accusati di concorso aggravato in tentato omicidio e lesioni personali gravi

Repertorio

Si erano incontrati in strada per 'chiarirsi' dopo una lite nata sui social probabilmente dopo una partita di calcetto, com'era emerso subito dopo l'aggressione. Quel faccia a faccia però si era trasformato velocemente in una sorta di raid punitivo dove alcuni ragazzini armati di bottiglie, cinghie e un coltello avevano massacrato altri minori. In particolare un 16enne, era stato accoltellato.

Ora, a sette mesi di distanza, la polizia ha arrestato per tentato omicidio e lesioni personali gravi in concorso quattro minorenni. Tre ragazzi nordafricani, tutti 17enni. Sono stati rintracciati dai poliziotti venerdì mattina presso i loro domicili milanesi e portati al Beccaria. Il quarto era già lì. È il 15enne tunisino arrestato mercoledì dai poliziotti del Commissariato Garibaldi Venezia in quanto ritenuto responsabile di sette rapine a minori in zona Porta Venezia, commesse durante i mesi invernali nonostante fosse già all'interno di una comunità.

Il blitz con coltelli e bottiglie dopo una lite sui social network

A ricostruire quanto accaduto l'11 gennaio nel parchetto tra via Caduti di Marcinelle e via Rubattino e le successive indagini è la questura. In quell'occasione due gruppi di ragazzini si erano incontrati per chiarirsi dopo un'accesa discussione nata sui social. Quando sembrava tutto risolto e i due gruppetti si stavano separando, come se tutto fosse stato un piano architettato per vendetta, alcuni ragazzi si erano diretti verso i minori dell'altro gruppo e, con un pretesto, avevano iniziato a picchiarli e colpirli con cocci di bottiglia e un coltello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quel sabato sul posto erano arrivati i poliziotti delle volanti del Commissariato Lambrate. Gli avevano trovato in via Caduti in Missione di Pace due ragazzi con ferite lievi, medicati sul posto dal personale del 118 e un terzo minore che, invece, era stato ricoverato al San Raffaele in gravi condizioni a causa di una ferita d'arma da taglio alla schiena. Dalla ricostruzione dei fatti, operata dagli agenti dal Commissariato mediante una meticolosa attività in strada, è emerso il quadro completo dell'aggressione. E, soprattutto, sono venuti fuori i nomi dei violenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Sangue sul Sempione, schianto auto moto: morto ragazzo di 20 anni, gravissima l'amica

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento