menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vittima

La vittima

Milano, aggredì e accoltellò una donna in pieno centro a Milano: assolto dal tribunale

Il 31enne è stato assolto in quanto al momento dei fatti non era capace di intendere e volere

È stato assolto il 31enne bengalese che, il 12 agosto 2019 aggredì e ferì una donna di 64 anni in Largo la Foppa a Milano. Lo ha deciso il tribunale nella giornata di lunedì 14 settembre. Il motivo? L'uomo sarebbe stato incapace di intendere e volere al momento dei fatti. Il gup Manuela Cannavale, inoltre, non ha applicato la misura di sicurezza di due anni in una Rems come aveva chiesto la Procura. L'imputato è tornato libero e nelle prossime ore verrà espulso perché irregolare.

La perizia firmata dallo psichiatra Mario Mantero aveva anche stabilito la pericolosità sociale del 31enne e per questo il pm aveva chiesto che l’uomo rimanesse ancora per due anni in una Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza. Il tribunale non ha accolto la richiesta. Le motivazioni verranno depositate tra 90 giorni.

L'aggressione in pieno centro a Milano

Tutto era accaduto intorno a mezzogiorno di lunedì 19 agosto 2019. La 64enne era appena uscita da un negozio della zona e, senza un apparente motivo, era stata aggredita e strattonata dal 31enne del Bangladesh (regolare e senza precedenti penali). L'uomo, in un attimo, aveva preso una bottiglia e l'aveva spaccata a a terra. Infine l'aveva usata per "pugnalare" la donna su varie parti del corpo.

Il 31enne, che era uscito in mattinata dalla questura dopo una verifica sui controlli, era stato fermato dai passanti e poi prelevato dagli agenti e accompagnato in questura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento