Cronaca Gorla / Viale Monza

Follia in metro a Milano: uomo accoltellato e lasciato a terra in un lago di sangue a Pasteur

L'aggressione poco prima dell'una della notte tra lunedì e martedì. Il ferito non collabora

Alcune grosse macchie di sangue a terra. Un uomo disteso, ferito, proprio davanti al gabbiotto dell'addetto Atm. E quello stesso uomo che, una volta in ospedale, si chiude in un silenzio strano e inspiegabile. 

Misteriosa e folle aggressione nella notte tra lunedì e martedì nel mezzanino della metropolitana Pasteur, dove verso l'1 di notte un uomo è stato accoltellato al braccio da una seconda persona, poi fuggita. Stando a quanto finora ricostruito dalla polizia, aiutata nel lavoro dal dipendente di Atm, la vittima - un italiano di quarantuno anni con precedenti per droga - è stata raggiunta dal rivale ed è stata colpita con un fendente all'avambraccio destro. 

Video: ecco le immagini dell'aggressione

Col 41enne a terra, l'aggressore è fuggito ed è scappato in direzione Monza. L'addetto alla sicurezza della metro, invece, ha prestato i primi soccorsi al ferito e ha chiesto l'intervento del 118, arrivato sul posto con due ambulanze e un'auto medica. I dottori, dopo aver medicato l'uomo, lo hanno trasportato in codice giallo all'ospedale Fatebenefratelli. 

Lì, lo hanno raggiunto gli agenti delle Volanti, che a lungo, ma senza successo, hanno cercato di ascoltarlo. Il 41enne, che non è in pericolo di vita, si è trincerato in un lungo silenzio e non ha voluto parlare con la polizia. 

post facebook accoltellato metro milano-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia in metro a Milano: uomo accoltellato e lasciato a terra in un lago di sangue a Pasteur

MilanoToday è in caricamento