rotate-mobile
il caso / San Siro / Piazza Axum

Ragazzo accoltellato dopo la partita: arrestati tre ultras del Milan, tra loro un leader della Sud

In manette tre ultras del Milan per l’aggressione a un 25enne fuori da un locale in piazza Axum

Coltellate e manette. Tre ultras del Milan sono stati arrestati domenica con l’accusa di aver aggredito e accoltellato un 25enne romeno sabato sera fuori da un locale in piazza Axum, a San Siro, poco dopo la partita tra i rossoneri e il Cagliari. In cella sono finiti Alessandro Sticco - 42 anni, noto come Shrek, tra i più importanti esponenti della Sud, storico fedelissimo del leader Luca Lucci -, Islam Hagag - il 35enne conosciuto come “Alex Cologno” - e il 43enne Luigi Magrini, in passato colpito da un Daspo, scaduto nel 2019.

Il giovane ferito era stato soccorso dal 118 e poi portato in ospedale con una prognosi di 15 giorni. Il pm di turno Francesca Crupi ha chiesto la convalida dell'arresto - eseguito dagli investigatori della Digos - e la custodia cautelare in carcere per l'ultrà che avrebbe sferrato materialmente le coltellate al fianco e all'inguine del 25enne e i domiciliari per gli altri due aggressori.

I tre, che rispondono tutti di lesioni pluriaggravate, sono stati incastrati dalle testimonianze e dalle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza del locale teatro dell’aggressione. Il 25enne ferito, stando a quanto appreso, aveva assistito alla partita con alcuni amici. Gli aggressori, in branco, lo avevano inseguito fin dentro il ristorante, colpito con sedie e tavoli e poi con i fendenti. Oltre ai tre arrestati, ci sono anche tre tifosi indagati a piede libero: il il 59enne Roberto S., il 47enne Mario A. e il 49enne, Luciano R., anche loro esponenti della Sud. Ancora mistero sui motivi delle coltellate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo accoltellato dopo la partita: arrestati tre ultras del Milan, tra loro un leader della Sud

MilanoToday è in caricamento