Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca viale Città di Fiume

Aggredì con l'acido per sfuggire a un ricatto: condanato a otto anni

L'episodio a luglio 2017: l'uomo ha scelto il rito abbreviato

Aggredito con l'acido (Foto Gemme/MilanoToday)

Sfigurò con l'acido un suo conoscente sui Bastioni di Porta Venezia: ora è stato condannato a otto anni di carcere. Il protagonista è un brasiliano di 29 anni: rispondeva di lesioni gravissime e la procura aveva chiesto sei anni. La condanna è arrivata dal gup Marco Del Vecchio al termine del rito abbreviato.

Il fatto risale a luglio 2017: il giovane aveva un appuntamento con un architetto bergamsco, Andrea Possenti, in viale Città di Fiume. I due iniziarono a litigare e ad un certo punto il 29enne gettò l'acido al volto, alla fronte e al torace contro il professionista. Si era procurato la bottiglia, pare, in un supermercato.

Milano, architetto aggredito con l'acido: è grave

video-116

La vittima, in seguito all'aggressione, subì una "deturpazione permanente" e tuttora ha problemi di vista. Era comunque presente in Tribunale per l'udienza. L'aggressore, dopo essere stato arrestato, raccontò che l'architetto

lo avrebbe fatto prostituire minacciandolo che, altrimenti, avrebbe diffuso online alcuni scatti fotografici "compromettenti", e che i due avevano avuto in precedenza una relazione sentimentale. 

Nel passato di Possenti un episodio di ingiurie ai danni di due giovanissimi (un 19enne ed una 17enne) che all'epoca erano fidanzati. L'uomo intendeva "rompere" il legame sentimentale dei due e, per questo, aveva messo in giro la voce che lei fosse una spacciatrice e lui omosessuale: la vicenda finì, appunto, con una condanna per ingiurie ai danni del professionista, che all'epoca insegnava in un istituto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredì con l'acido per sfuggire a un ricatto: condanato a otto anni

MilanoToday è in caricamento