rotate-mobile
Cronaca

"Hai un figlio malato? Non puoi adottare". Ma l'Appello dice di sì

Ribaltata la sentenza del tribunale dei minori contro una coppia con figlio malato di leucemia che voleva adottare un bambino: "Genitori già preparati alla diversità"

Coppia con figlio disabile? Idonea ad adottare. E' quanto ha stabilito la corte d'appello di Milano, ribaltando una sentenza del tribunale dei minori che aveva negato invece l'opportunità. La coppia in questione aveva fatto richiesta di adozione internazionale.

Marito e moglie hanno 38 e 36 anni, sono sposati dal 2004 e hanno un figlio (disabile appunto) di 6 anni. Quando avevano fatto domanda d'adozione avevano ricevuto l'alt del tribunale dei minori, mentre tutte le altre istituzioni (tra cui lo psicologo dell'Asl) avevano dato il via libera. Secondo i giudici minorili, infatti, la coppia non poteva "essere gravata anche da problematiche e rischi" dell'adozione, visto che era già "gravata dalla malattia del figlio naturale".

In pratica, secondo i giudici minorili la coppia aveva già "un problema", per così dire, in casa. Ma che tipo di problema ha il figlio? Una forma di epilessia (la sindrome di Dravet) che gli consente di fare una vita quasi normale, asilo compreso, ma con un sostegno. La malattia gli provoca un lieve disturbo d'attenzione e l'iperattività.

IL PROBLEMA DIVENTA LA SOLUZIONE

Secondo il tribunale dei minori, è bene cercare coppie "che garantiscano le migliori condizioni". Genitori perfetti, insomma. Sì, ma da che punto di vista? I giudici d'appello parlano chiaro: "(La sentenza di primo grado) appare fondata su una concezione (..) della disabilità come malattia". Un vero autogol per il tribunale dei minori. I giudici d'appello infatti continuano: "(I genitori) appaiono (..) preparati alla diversità e in grado di assumersi il disagio e la sofferenza di cui il minore da adottare è spesso portavoce per vicende dolorose".

Secondo la corte d'appello, quindi, il fatto di avere già esperienza con una situazione problematica è un punto a favore, e non contro, la coppia varesina che quindi, se non ci saranno ulteriori strascichi giudiziari, finalmente potrà adottare un bambino sfortunato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Hai un figlio malato? Non puoi adottare". Ma l'Appello dice di sì

MilanoToday è in caricamento