Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Salvo l'aereo dei Mondiali 1982: andrà al museo Volandia di Malpensa

Era a rischio demolizione il Dc-9 della mitica partita a carte tra Pertini, Bearzot, Zoff e Causio

La partita a carte con la coppa del mondo

Non sarà demolito il Dc9 che, nel 1982, riportò la nazionale di calcio italiana da Madrid a Roma, subito dopo la vittoria al campionato mondiale. Di quell'aereo è arcinota soprattutto un'immagine: quella della partita a scopone scientifico tra il presidente della repubblica Sandro Pertini, il ct della nazionale Enzo Bearzot, il portiere-capitano Dino Zoff e l'ala Franco Causio (con tanto di coppa del mondo fresca di vittoria "piazzata" sul tavolo da gioco). 

L'aereo, divenuto troppo vecchio, stava per essere, appunto, demolito. Il museo dell'aeronautica Volandia, con sede vicino all'aeroporto di Malpensa, ha lanciato un appello perché si salvasse e ha messo a disposizione i propri spazi per ospitarlo. L'operazione è riuscita: il presidente di Alitalia, Luca Cordero di Montezemolo, ha firmato una nota in cui la compagnia aerea dichiara la sua disponibilità ad evitare "il peggio".

L'aereo in questione era stato ceduto dall'aeronautica militare alla Boeing, che nel 2007 lo aveva a sua volta rivenduto ad Alitalia. Fino al 2010 è stato usato dalla scuola di manutenzione e poi collocato "a riposo" all'aeroporto di Fiumicino.

Anche la Figc (Federazione italiana gioco calcio) si era mostrata interessata, ma la proposta federale avrebbe comportato lo smembramento del velivolo per conservare - nel museo del calcio di Firenze - soltanto la parte in cui venne giocata la partita a carte. «La compagnia ringrazia quanti si sono generosamente offerti di tutelare un pezzo di storia del Paese. La scelta è ricaduta su Volandia, l'unico museo che può conservare l'aereo nella sua integrità», si legge in una nota di Alitalia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvo l'aereo dei Mondiali 1982: andrà al museo Volandia di Malpensa

MilanoToday è in caricamento