rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
gli arresti

Chiedevano 5mila euro per contratti d'affitto falsi agli stranieri: 4 arrestati

Falsificavano anche l’attestazione di idoneità abitativa per effettuare il ricongiungimento con i familiari

Falsificavano i contratti di affitto e le certificazioni tecniche. Arrestati quattro italiani tra i 32 e i 63 anni accusati di falso ideologica commesso dal privato in atto pubblico e per reati contro l’immigrazione clandestina in concorso. Le indagini della polizia locale, con la squadra interventi speciali della Radiomobile, sono iniziate lo scorso aprile dopo una segnalazione. 

Lo schema che il gruppo seguiva era sempre lo stesso. I cittadini stranieri pagavano fino a 5mila euro a degli intermediari che raccoglievano il denaro per far ottenere loro l’attestazione di idoneità abitativa che serve ad attestare quante persone possono abitare in un appartamento, e utile per far avere il permesso di soggiorno solitamente per ricongiungimento con i familiari. Venivano reperiti i dati catastali degli immobili più idonei, magari quelli sottoposti ad asta giudiziaria o con il proprietario deceduto, e il gruppo creava dei contratti d’affitto falsi.

La polizia locale ha perquisito le abitazioni dei coinvolti sequestrando un’ingente quantitativo di denaro, probabilmente proventi del giro illecito, ma anche dispositivi informatici per un totale di 12 terabyte, e diversi documenti cartacei riconducibili a 200 pratiche presentate in comune. Presenti anche certificazioni tecniche contraffatte, timbrate e firmate in bianco da alcuni professionisti, la cui posizione dovrà essere chiarita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedevano 5mila euro per contratti d'affitto falsi agli stranieri: 4 arrestati

MilanoToday è in caricamento