rotate-mobile
Premiato in Regione / Garbagnate Milanese

L'agente della locale che salva un consigliere comunale con il massaggio cardiaco

Il 'ghisa' ha salvato il consigliere comunale di Garbagnate Milanese, Guido Piccione

Grazie al suo intervento il consigliere comunale di Garbagnate Milanese, Guido Piccione, è ritornato alla vita. Ora, a distanza di un anno e mezzo, il fatto è avvenuto il 12 luglio 2021, è stato premiato in Regione Lombardia l'agente della polizia locale Marco Villa, che per diversi minuti ha praticato un massaggio cardiaco al politico.

L'assistente esperto Villa era in servizio presso il Consiglio Comunale, convocato per motivi istituzionali. Mentre si stavano svolgendo i lavori, il consigliere Piccione improvvisamente accusava un malore fisico. Immediatamente Villa faceva distendere il consigliere, e nel frattempo veniva contattato il 118. L'operatore del 118 ha poi dato Villa tutte le istruzioni per le manovre di rianimazione cardio respiratoria da praticare sul paziente fino all’arrivo dei mezzi di soccorso. Tale intervento protrattosi sino all’arrivo dei sanitari ha permesso la sopravvivenza del Consigliere colto da infarto acuto del miocardio. 

Agenti della polizia locale premiati dalla Regione Lombardia

La premiazione in Regione Lombardia

"A questi agenti va la mia sentita gratitudine, essi rappresentano la dedizione e il coraggio di tutti gli operatori di polizia locale che, ogni giorno, silenziosamente, si mettono al servizio dei cittadini e dell’intera comunità - afferma Romano La Russa, assessore regionale alla sicurezza che ha premiato gli agenti insieme al presidente Attilio Fontana -. Regione Lombardia sarà sempre al loro fianco. Dal 2018 ad oggi abbiamo stanziato complessivamente oltre 50 milioni di euro per la polizia locale. Di questi, oltre 18 milioni di euro sono stati spesi per dotare le Polizie locali lombarde di strumentazioni all’avanguardia come telecamere, dash cam, body cam e fototrappole. Siamo, inoltre, l'unica Regione in Italia ad avere istituito un fondo di garanzia da destinare agli agenti a titolo di indennizzo, in caso di decesso o danni permanenti che derivino da un infortunio avvenuto durante lo svolgimento del servizio".

“Vorrei sottolineare, inoltre, che siamo l’unica Regione in Italia ad avere istituito, nel luglio del 2019, un fondo di garanzia, che prevede un riconoscimento economico a titolo di indennizzo, in caso di decesso o danni permanenti che derivino da un infortunio avvenuto durante lo svolgimento del servizio - prosegue La Russa -. Il mio auspicio è di continuare in questa direzione, nel segno della valorizzazione del ruolo e dei poteri della polizia locale. La figura dell’agente di polizia locale non è e non può ridursi, come vorrebbe certa sinistra, a quella dell’operatore che si occupa soltanto di viabilità e di sanzioni. Regione Lombardia guarda ad una polizia locale sempre più specializzata, con poteri più ampi di ordine pubblico e di controllo del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agente della locale che salva un consigliere comunale con il massaggio cardiaco

MilanoToday è in caricamento