rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Brexit, l'agenzia del farmaco accelera il trasferimento: area Expo non è pronta

Milano rischia di perdere l'opportunità di diventare nuova sede dell'importante agenzia ora a Londra

Potrebbe svanire il "sogno" di avere a Milano la sede dell'agenzia europea del farmaco, attualmente a Londra nel quartiere direzionale di Canary Wharf. La Brexit (il referendum con cui i cittadini del Regno Unito hanno scelto di uscire dall'Unione europea) comporta infatti che diverse agenzie europee con sede nella capitale britannica, tra cui appunto l'Ema (agenzia del farmaco), debbano trovare una nuova collocazione.

Milano si era fatta subito avanti offrendo l'area Expo. E contando sul fatto che i negoziati e i cambiamenti non sarebbero stati repentini. Ma l'Ema ha già messo nel bilancio del 2017 le voci di spesa relative al trasferimento e questo fa pensare che, nel giro di quest'anno, la sede verrà spostata. Troppo presto per l'area Expo, che non è ancora pronta (e non lo sarà per qualche anno).

Subito in campo le alternative: Roberto Maroni, presidente della Lombardia, propone l'ex Falck di Sesto San Giovanni, già "destinata" alla futura "Città della salute" con le nuove sedi del Besta e dell'Istituto dei Tumori, ora a Città Studi. Tuttavia anche l'ex Falck non è pronta. Lo sarà non prima della fine del 2017. Per "conquistare" l'agenzia del farmaco, quindi, servirebbe in ogni caso una sede provvisoria, per questo motivo Maroni e il sindaco di Milano Giuseppe Sala lavoreranno fianco a fianco per trovare un immobile (magari centrale) dove ospitare eventualmente i lavoratori dell'Ema, che a Londra impiega circa 600 persone in uno stabile di 28 mila metri quadri.

Un'ipotesi è quella del Pirellone, ma occorrerebbe poi trovare posto per i lavoratori del palazzo regionale. Pare invece tramontata l'ipotesi di ottenere l'autorità bancaria europea, un'altra delle sigle che lasceranno Londra. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brexit, l'agenzia del farmaco accelera il trasferimento: area Expo non è pronta

MilanoToday è in caricamento