Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Locazioni, sfratti, morosità incolpevole: nasce (con polemiche) l'agenzia del comune

Contributi per inquilini e proprietari di case private: ma non tutti i sindacati plaudono all'iniziativa

Nasce l'agenzia per la locazione

Contributi ai proprietari, sostegno per i milanesi in temporanea difficoltà nel pagare l'affitto e strumenti per fare incontrare domanda e offerta di alloggi a canoni calmierati. In estrema sintesi è questa la nuova "agenzia sociale per la locazione", voluta dal comune di Milano. Obiettivo finale, ridurre il più possibile gli sfratti per morosità incolpevole.

Il vantaggio, rispetto alle case popolari, è che ci sono molti più appartamenti a disposizione nel mercato privato. Spesso sfitti, che il comune vuole rimettere "in circolo". Primo strumento, il "fondo salva-sfratti": il proprietario, se decide di ritirare lo sfratto e sottoscrivere un contratto a canone concordato, sarà risarcito delle morosità pregresse fino a un massimo di 8 mila euro. Poi il "fondo di garanzia", che tutela il proprietario (che affitta a canone concordato) da eventuali inadempienze dell’inquilino. Sarà poi l’inquilino a rientrare del debito concordando con l’agenzia un piano non inferiore a 12 mesi. E il "Microcredito": rivolto esclusivamente agli inquilini per far fronte alle spese del contratto, al trasloco, a temporanea morosità. Ma anche il "contributo ai proprietari": contributo una tantum destinato al proprietario che passa al canone concordato e rapportato alla durata del contratto.

L'agenzia avrà sede nel quartiere di Quarto Oggiaro, a Villa Scheibler, e sarà aperta al pubblico.

A disposizione dell'agenzia, sei milioni e 700 mila euro dalla regione, dal comune e dal governo. Divisi però i sindacati degli inquilini.

Il Sunia (sindacato inquilini della Cgil) ha commentato favorevolmente l'iniziativa: "Sarà possibile ridurre gli sfratti intervenendo prima che le famiglie rimangano per strada. Non dimentichiamo che dei 20 mila sfrattati in città, 15 mila sono per morosità incolpevole; sarà possibile, inoltre, rimettere sul mercato quegli 80 mila alloggi privati che ora sono sfitti", ha dichiarato il segretario del Sunia Stefano Chiappelli.

Di diverso avviso il Sicet, sindacato inquilini della Cisl, secondo cui "l'agenzia sociale per la locazione rischia di essere l'ennesimo annuncio di una iniziativa priva di efficacia, con ragguardevoli risorse pubbliche per ottenere risultati risibili. Se tutto va bene, il contributo potrà essere erogato a 500 o 600 famiglie sfrattate in tre anni. Le famiglie con sfratto in esecuzione a Milano sono circa 14 mila", come ha spiegato Leo Spinelli, segretario del Sicet.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Locazioni, sfratti, morosità incolpevole: nasce (con polemiche) l'agenzia del comune

MilanoToday è in caricamento