rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Crescenzago / Via Angelo Rizzoli

Il mistero del cadavere avvistato nel Lambro: proseguono le ricerche

I vigili del fuoco hanno scandagliato il corso d'acqua senza trovare nulla, le ricerche continueranno venerdì

Le ricerche sono durate tutto il giorno ma non è stato trovato il cadavere avvistato nel fiume Lambro a Milano nella mattinata di giovedì 18 novembre. Le operazioni dei vigili del fuoco, sospese col calare della sera, riprenderanno nella mattinata di oggi, venerdì 19 novembre.

Il corpo senza vita era stato avvistato poco prima delle 10:00 di giovedì in via Rizzoli, a chiamare il 112 era stato un addetto dell’impianto idroelettrico di Crescenzago. Nel dettaglio il cadavere era stato descritto come "vestito, con indosso dei guanti" e incastrato su una griglia. Sul posto erano intervenuti i carabinieri e il 118 che avevano allertato anche i vigili del fuoco. La corrente, tuttavia, ha trascinato via il corpo prima che arrivassero i pompieri.

Gli uomini di Via Messina hanno passato al setaccio il corso d'acqua fino a Melegnano, le operazioni si sono svolte sia dall'alto (con l'impiego di un elicottero) sia nel fiume dove sono scesi in campo i sommozzatori e gli specialisti del soccorso speleo-alpino-fluviale. I pompieri pensavano che il corpo fosse finito in corrispondenza dello "sbarramento" a Sud di Milano ma non è stato trovato nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero del cadavere avvistato nel Lambro: proseguono le ricerche

MilanoToday è in caricamento