Cronaca

Ragazzo preso a martellate sul treno Milano-Lecco: aveva difeso una ragazza molestata

Il giovane è stato soccorso una volta arrivato in stazione a Lecco. È caccia all'aggressore

Foto repertorio

Un ragazzo di ventotto anni, cittadino russo, è stato aggredito giovedì mattina a bordo di un treno della linea Lecco-Milano. 

Il giovane, stando a quanto finora ricostruito dalla Polfer, è stato colpito alla testa e al volto con un martelletto d’emergenza, di quelli usati per rompere i vetri del treno in caso di bisogno. Ad aggredirlo sarebbe stato un uomo che è poi riuscito a fuggire quando il convoglio - diretto a Milano - si è fermato nella stazione di Lecco

Lì la vittima è stata invece medicata da un equipaggio del 118, che lo ha poi accompagnato all'ospedale "Manzoni". Fortunatamente, il ventottenne ha riportato soltanto ferite lievi e le sue condizioni sono buone. 

Il ragazzo, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato colpito per essere intervenuto a difesa di una ragazza molestata e infastidita presumibilmente dallo stesso aggressore. 

Sulle tracce del fuggitivo ci sono gli agenti della Polfer, che hanno anche visionato le immagini delle telecamere di sorveglianza della stazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo preso a martellate sul treno Milano-Lecco: aveva difeso una ragazza molestata

MilanoToday è in caricamento