rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Stadera / Via Giulio Carcano

Aggressione con l'acido: processo abbreviato e sconto della pena

I due amanti Martina e Alexander saranno giudicati con rito abbreviato. Accordata la perizia psichiatrica chiesta dai difensori

I giudici hanno accordato il processo abbreviato (con sconto di un terzo della pena in caso di condanna) per Alexander Boettcher e Martina Levato, i due amanti in carcere con l'accusa di avere aggredito il 22enne Pietro Barbini gettandogli dell'acido. Nel contempo, saranno sottoposti ad una perizia psichiatrica per valutare l'effettiva capacità d'intendere e volere al momento dell'aggressione, così come richiesto dagli avvocati difensori dei due giovani.

La difesa di Boettcher ha anche chiesto di acquisire i filmati di una telecamera di videosorveglianza posizionata in via Giulio Carcano. L'obiettivo è quello di (tenatre di) dimostrare che Boettcher non ha responsabilità, anche se il padre di Pietro (che era sul posto) e due testimoni hanno riconosciuto Alexander Boettcher nella persona che rincorreva Pietro con una specie di martello.

I filmati dovrebbero tra l'altro provare la presenza di una terza persona, "vero" complice di Martina Levato. Questo almeno sostengono i legali di Boettcher, che dal suo canto ha negato d'avere preso parte all'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione con l'acido: processo abbreviato e sconto della pena

MilanoToday è in caricamento